14-06-2022 ore 11:50 | Politica - Credera Rubbiano
di Denise Nosotti

Elezioni 2022, Cerasola già pronta a partire e destinare le deleghe. Deluso Guerini Rocco

Cambio di guardia a Credera Rubbiano. Il nuovo sindaco è Francesca Cerasola, leader della lista ‘Obiettivo Comune’. Ha avuto la meglio su Matteo Guerini Rocco che ha governato il paese per dieci anni con la lista ‘tradizione e futuro’. Ha ottenuto 461 preferenze contro le 425 del primo cittadino uscente. “Sono felice e incredula - dichiara Cerasola - significa che hanno recepito il nostro messaggio. Ora ci rimbocchiamo le maniche per attuare il cambiamento anticipato nel nostro programma elettorale. L’impegno è massimo e inizieremo il prima possibile. La nostra priorità ora è scegliere e distribuire le cariche”. Al seggio numero uno votavano i residenti di Credera e Cascine san Carlo. Qui ha ottenuto più preferenze Guerini Rocco. È andata male invece nel seggio numero due dove votavano gli abitanti delle frazioni di Rubbiano e Rovereto dove ha primeggiato Cerasola.

 

Composizione del consiglio

Il consiglio comunale sarà così composto: per 'Obiettivo Comune', oltre alla sindaca, Walter Gilli, Simona Casella, Ilaria Ferla, Aurora Bonizzi, Elena Tessadori, Andrea Castelli, Paolo Artale. Per 'Tradizione e futuro', Matteo Guerini Rocco, Stefano Merisio e Nicola Vigani. 

 

Il commento di Guerini Rocco

“È andata come doveva andare - commenta il primo cittadino uscente Guerini Rocco - ci siamo impegnati il più possibile. Purtroppo non è andata come speravamo. in bocca al lupo alla nuova sindaca”. il gruppo sarà comunque pronto a fare opposizione e il nostro dovere di minoranza, per perseguire gli  obiettivi per il bene del paese”. Questo risultato, seppur in un paese piccolo, ha un significato ben più ampio. Guerini Rocco tentava il terzo mandato consecutivo, ma non è stato premiato. La gente ha deciso che dieci anni sono sufficienti per un sindaco. Ci vuole un cambiamento. Non è più l’epoca delle amministrazioni che duravano anche trent’anni. Questo significa che è necessario formare nuovi amministratori, puntare sul ricambio. A volte, le minestre riscaldate, seppur buone, diventano insipide.

2861