12-01-2019 ore 19:05 | Politica - Dall'italia
di Andrea Galvani

Regione. Taglio ai vitalizi, per Degli Angeli “ristabilire le regole e cancellare i privilegi”

Il tema è il taglio ai vitalizi di chi ha prestato servizio al Pirellone. Il Movimento 5 stelle bolla come “irricevibile” la lettera (in allegato) degli ex consiglieri lombardi e assicura: “taglieremo ancora”. Secondo gli ex consiglieri è necessario “individuare una soluzione o una formulazione migliorativa” in previsione della rimodulazione del vitalizio “secondo il metodo del calcolo contributivo”, come previsto dalla legge legge finanziaria appena approvata.

 

Privilegi scandalosi”

È invece di parere contrario Marco Degli Angeli: “Sui vitalizi dovrebbero tacere, sono senza vergogna. Non tolleriamo che si venga a piangere miseria per il taglio di un privilegio scandaloso. Evidentemente si sentono al di sopra dei cittadini italiani che versano i contributi per raggiungere la quota pensionistica e percepiscono quanto dovuto. Per gli ex politici il passato dorato del “versi-uno-e-incassi-quattro-volte-tanto” è finito. Migliaia di famiglie italiane non arrivano a fine mese; questa è la vera urgenza in Italia e nella nostra regione”.

 

Politiche attive per il lavoro

Il consigliere cremasco annuncia che “il taglio dei vitalizi” è solo l'inizio: “Con i tagli in Lombardia il risparmio è già di 3 milioni e mezzo di euro che reinvestiamo in politiche attive per il lavoro. Ci sorprende che chi è transitato in un’istituzione pubblica abbia a cuore solo il proprio portafoglio invece che il benessere dei cittadini. Grazie alla Finanziaria ricalcoleremo i vitalizi degli ex politici lombardi con il metodo contributivo per equipararli alle pensioni dei cittadini, è il minimo che può fare la politica, ristabilire le regole e cancellare i privilegi”.

Oggi al cinema