11-06-2024 ore 08:36 | Politica - Crema
di Giulia Tosoni

'Un tenace difensore della democrazia'. Crema ricorda il centenario dell'assassino di Matteotti

Nel pomeriggio di lunedì 10 giugno, L’Anpi di Crema e la federazione provinciale di Cremona hanno ricordato il centenario dell’assassinio di Giacomo Matteotti. Durante la commemorazione in angolo via Matteotti, sono intervenuti il presidente dell’Anpi cittadino Paolo Balzari e il presidente del consiglio comunale di Crema, Attilio Galmozzi. “Sono trascorsi cento anni dalla sua morte ma la sua forza d’animo, il suo coraggio, la sua determinazione, la sua dedizione alla democrazia, alla giustizia sociale, la sua difesa delle istituzioni non sono state dimenticate e, rappresentano ancora oggi, un faro per la democrazia del nostro Paese”, ha commentato Balzari.

 

Un uomo contro il regime

“Figura limpida, convinto antifascista e strenuo difensore dell’ordine democratico come terreno irrinunciabile del proprio agire politico, Matteotti affrontò a viso aperto il regime, incarnando una battaglia democratica in quel parlamento che di lì a poco divenne un manipolo illiberale. Quell’assassinio rappresentò una chiave di volta simbolica: la repressione del regime di Mussolini, che già terrorizzava i luoghi di lavoro, le legittime rappresentanze dei lavoratori dalle fabbriche alle campagne. All’indomani del suo storico discorso in parlamento, si assunse la responsabilità morale, civile e politica di denunciare il clima illiberale che stava pervadendo la società italiana e l’architettura dello stato e che di lì a poco avrebbe gettato l’Italia intera nel baratro della dittatura fascista, culminata nella barbarie della seconda guerra mondiale”, ha proseguito Attilio Galmozzi.

 

Contro la privazione della libertà

“Il ricordo di chi ha scelto la parte giusta della storia è oggi più che mai vitale: le istituzioni democratiche, quelle che oggi qui nel nostro piccolo ho l’onore di rappresentare, sono il frutto di una scelta che deve essere coltivata giorno per giorno, nel rispetto delle pluralità di opinione ma con la barra salda nel rigettare ogni ipotesi di restrizione delle libertà individuali e collettive”, ha terminato il presidente del consiglio comunale. Finita la commemorazione è stato fatto un pensiero al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La celebrazione del centenario continuerà nella serata odierna: alle ore 21, presso l’Arci di san Bernardino sarà proiettato il film Il delitto Matteotti, l’ingresso è libero e grauito.

1854