10-06-2024 ore 13:50 | Politica - Crema
di redazione

Europee 2024. Losco: ‘Straordinario risultato per l'Alleanza Verdi e Sinistra e per Ilaria Salis'

Alle elezioni europee 2024 l’Alleanza Verdi e Sinistra ha ottenuto “un risultato straordinario, confermando le aspettative di essere la sorpresa di queste elezioni. Con il 6,69 per cento dei voti a livello nazionale, che sale al 7,11 per cento nella Circoscrizione nord-ovest, abbiamo superato le più ottimistiche previsioni”. Il segretario provinciale di Sinistra italiana, Paolo Losco, spiega che “all’inizio della campagna elettorale, ci eravamo posti due obiettivi principali: portare Ilaria Salis al Parlamento Europeo, portando con lei la questione dello stato di diritto nell’Ue e mettere al centro il futuro delle nuove generazioni con proposte di giustizia ambientale e sociale. Questi obiettivi sono stati premiati dagli elettori.

 

Ilaria Salis libera

“Con oltre 125.000 preferenze, Ilaria Salis è emersa come una delle candidate più votate nella circoscrizione, nonostante i tentativi di disinformazione e diffamazione da parte della stampa nazionale, che cercava di dipingerla come una criminale violenta. Rinchiusa per oltre 15 mesi in Ungheria, senza condanne né denunce, e in condizioni che violavano i diritti umani, Ilaria ha sofferto l’indifferenza del governo Meloni, amico di Orban. La sua candidatura è stata cruciale: poco dopo è stata concessa la richiesta di domiciliari, in sospeso da mesi. La sua elezione è altrettanto fondamentale, poiché permetterà di portare al Parlamento Europeo la discussione sullo stato di diritto nell’Unione. Siamo immensamente felici per Ilaria, che finalmente vede una luce fuori da un pozzo che sembrava senza uscita”.

 

Giustizia sociale e ambientale: l’unico futuro possibile

“Non solo Ilaria e non solo antifascismo. L’Alleanza Verdi Sinistra ha proposto un programma completo, solido, concreto, sì radicale ma necessario per il futuro dell’Europa e del Paese. I temi della pace, della democrazia, della giustizia sociale, del lavoro, dei diritti sono i valori alla base del nostro programma e hanno saputo dare fiducia a molti, soprattutto ai giovani. Non è un caso che tra gli elettori fuori sede Avs sia il primo partito per distacco con oltre il 40 per cento dei voti, così come non è un caso che tra gli under 30 le analisi dicano che siamo oltre il 16 per cento. Sono segnali forti di una generazione che ha le idee chiare, al contrario della gran parte della classe politica, ancora legata al mantenimento del potere e di un sistema che ha già ampiamente dimostrato di essere insostenibile. Un’Europa di pace, un’Europa dei popoli: Avs, anche su questo tema cruciale per le politiche internazionali dei prossimi mesi, è sempre stata coerente. La guerra, oggi, non è uno strumento percorribile, gli sforzi per la diplomazia sono stati blandi, eppure le spese militari hanno solo alimentato i conflitti”. Losco sostiene sia “arrivato il momento di cambiare paradigma ed agire nell’interesse dei popoli con un immediato cessate il fuoco. Guardando le preferenze nella nostra circoscrizione, nelle liste del Pd Cecilia Strada è la più votata per distacco: un altro segnale che non può restare disatteso”.

 

Non solo belle notizie

“Se per Avs ci sono molte analisi del voto positive, il clima che si respira in Europa, con una forte crescita dei nazionalismi (come i franchisti di Vox in Spagna, Le Pen in Francia, i filonazisti di AfD in Germania), ci dice chiaramente che la guerra, le disuguaglianze e le incertezze per il futuro rischiano di lasciare spazio a ideologie che hanno già distrutto l’Europa in passato e che non possiamo permetterci ritornino. Noi saremo in Europa ad affrontarle con le nostre idee e i nostri programmi per il futuro di tutte e tutti. Da questo voto emerge il fatto che, nonostante per molte e molti eravamo ancora una “piccola realtà”, di una Sinistra ambientalista radicale e credibile c’è estremo bisogno. Questo risultato è solo l’inizio, da qui dovremo lavorare per crescere, con coerenza, determinazione e partecipazione.

1446