10-06-2022 ore 16:27 | Politica - Credera Rubbiano
di Denise Nosotti

Elezioni del 12 giugno. L'appello al voto di Matteo Guerini Rocco e Francesca Cerasola

Domenica 12 giugno, insieme a Crema, anche Credera Rubbiano è chiamato al rinnovo del sindaco e dell’amministrazione comunale. Si vota dalle 7 alle 23 sia per il referendum sulla giustizia sia per il comune. A Credera ci sono due seggi, entrambi presso la scuola primaria. una volta terminate le operazioni di voto, si inizieranno a scrutinare le schede del referendum. Lunedì 13 giugno, dalle 14, si partirà con lo spoglio delle amministrative. A Credera Rubbiano (che comprende anche la frazione di Rovereto) sono 1391 gli aventi diritto, contro i 1394 di cinque anni fa. Nel 2017 (si era andati alle urne l’11 giugno), si erano recati ai seggi 938 persone (474 maschi e 464 femmine) con un’affluenza del 68,66 per cento. All’epoca erano due le liste in corsa: ‘Tradizione e Futuro’ che candidava a sindaco Matteo Guerini Rocco, primo cittadino uscente, per il secondo mandato, e ‘Credera Rubbiano rinasce’ capeggiata da Dante Pedrini. Ebbe la meglio la prima con 481 preferenze contro le 420 della lista avversaria.

 

L’invito di ‘Obiettivo Comune’

Per il 2022 si ripresenta, seppur rinnovata, la lista ‘Tradizione e futuro’ che presenta, quale candidato sindaco, il primo cittadino uscente Guerini Rocco per il terzo mandato consecutivo. La seconda lista in corsa è ‘Obiettivo Comune’ di Francesca Cerasola. Sulla scheda elettorale si potrà dare la preferenza a un candidato consigliere. La candidata Cerasola (lista numero uno) invita gli elettori ad andare alle urne. “Potremo decidere chi ci rappresenterà per i prossimi cinque anni e amministrare coinvolgendo i cittadini nelle decisioni e renderli consapevoli e partecipi nelle scelte. Avremo la possibilità di votare un gruppo unito che dà attenzione e risposte alle singole persone, che crede nella collaborazione e nella trasparenza amministrativa. Un gruppo che è convinto che le opinioni di tutti siano fondamentali per la crescita e per la riuscita di ogni progetto”.

 

L’appello di ‘Tradizione e Futuro’

La lista ‘Tradizione e futuro’ (numero due) lancia un appello agli elettori evidenziando la volontà di mettersi in gioco che si perpetua nonostante i dieci anni passati alla guida del paese. Dieci anni in cui si è fatto tanto e che ha inculcato negli amministratori la voglia di impegnarsi ancora di più. “Questi ultimi anni, segnati soprattutto dalla pandemia e dai tagli ai trasferimenti statali non sono stati facili. Tuttavia, insieme al gruppo e ai cittadini che ci hanno sempre sostenuto siamo riusciti a superare gli ostacoli traendo sempre nuove energie e nuova forza. Essere sindaco non è stato né un impegno né un’onere ma al contrario un grande onore consentendomi - prosegue Guerini Rocco - a disposizione facendomi crescere. Per questo “Tradizione e Futuro” vi chiede nuovamente di rinnovarle la vostra fiducia. Abbiamo ancora molto da dare e da fare per il nostro Comune”.

1346