09-11-2022 ore 13:11 | Politica - Crema
di Gloria Giavaldi

Festival dei diritti, dal 19 novembre cinque eventi nel Cremasco per 'costruire speranza'

Cinque incontri per raccontare l'immenso lavoro del terzo settore dall'affido, alla disabilità, passando per la voce delle giovani generazioni e degli esperti sul tema della rigenerazione urbana. Questo in pochissime parole sarà il Festival dei diritti in salsa cremasca, organizzato da Csv Lombardia sud in sinergia con tantissime realtà associative. La manifestazione si svolgerà in contemporanea dal 17 al 27 novembre per un totale di 62 eventi nelle province di Mantova, Lodi, Cremona e Pavia. Dopo l'inaugurazione online, trasmessa sul canale Youtube del Csv Lombardia sud, giovedì 17 novembre alle ore 17.30 con Mauro Magatti e Ennio Ripamonti, partiranno in città gli eventi in presenza.

 

Eventi nel Cremasco

Primo appuntamento con una tavola rotonda sul tema dell'affido, organizzata dalle associazioni Canguro e Papa Giovanni XXIII e l'associazione cremonese Girasole : si terrà sabato 19 novembre alle ore 10 nella sala ricevimenti del palazzo comunale. Domenica 20 alle ore 16.30 presso la Casa del pellegrino il focus sarà sul diritto alla città e sul tema attualissimo della rigenerazione urbana con l'intervento dell'esperto Francesco Fulvi. Evento promosso da Dodici nodi e Acli Crema. Il weekend successivo si apre con una campagna di sensibilizzazione a cura degli Amici della scuola di Agnadello e la presentazione dei murales a cura degli studenti delle classi terze della scuola media. Appuntamento sabato 26 novembre alle ore 10. L'evento di chiusura sarà il racconto di un viaggio oltre i limiti con la voce di un atleta: sabato 26 novembre alle ore 16.15 il comitato Crema zero barriere in collaborazione con Anffas, Over limits e Rinascimenti incontra in sala Da Cemmo Andrea De Vicenzi per la presentazione del libro dedicato alla sua ultima impresa in Islanda. Verrà allestita anche una mostra fotografica sul tema. 

 

Diritto alla speranza

Come ha spiegato la presidente Luisella Lunghi: “quest'anno abbiamo scelto di organizzare meno eventi per creare maggiori occasioni di presenza e nuove sinergie. Il tema ci aiuta a capire che anche quello alla speranza è un diritto, non una mera aspirazione, ma qualcosa che richiede impegno e cura, che possiamo determinare con tutto ciò che facciamo. Questo festival è l'apice di un percorso di dialogo, di confronto e partecipazione, tra tantissime realtà che passa sotto il nome di Trama dei diritti, promosso da Csv Lombardia sud”. Parole di apprezzamento per l'iniziativa anche dall'assessore al welfare del comune di Crema Anastasie Musumary: “ un grande ringraziamento alle realtà del terzo settore e a quelle che aderiscono ai programmi di coprogettazione tra comune e ats Impronte sociali per il grande lavoro approntato nell'organizzazione della manifestazione. Questa iniziativa ci consentirà di diffondere nella comunità la cultura dei diritti, della solidarietà e della cittadinanza attiva. Perché tutti sui temi del vivere civile siamo chiamati a fare qualcosa. Il nostro contributo può fare la differenza”.

2515