08-08-2019 ore 17:05 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Servizi al cittadino. Angelo Stanghellini dal Comune di Crema passa all’Asp di Bologna

Cambio decisamente importante in seno al gruppo dirigenziale del Comune di Crema. Angelo Stanghellini - direttore dell’Area dei servizi al cittadino e in amministrazione dal 2002 - ha ottenuto 15 mesi di aspettativa (sui 3 anni richiesti) perché selezionato quale direttore dell'Asp Città di Bologna, azienda pubblica che gestisce i servizi sociali, socio assistenziali e socio educativi del Comune di Bologna. Incarico che ricoprirà a partire dal prossimo 16 settembre. Opportunità “che fa onore a lui, ma indirettamente è motivo di orgoglio anche per il Comune” commentano dagli uffici di piazza Duomo.

 

Fino al 31 dicembre 2020

La nota ufficiale del Comune parla di “un ampio confronto in seno alla Giunta comunale”, durante la quale sono emerse posizioni differenti. “Per non mettere in difficoltà il comparto dei Servizi alla Persona – fa sapere l’amministrazione - si è deciso di accordare al dirigente un periodo di aspettativa sino al 31 dicembre 2020, data entro la quale egli dovrà maturare la scelta di lasciare il Comune di Crema per la nuova esperienza professionale avviata, ovvero rientrare nell’Ente”. Nel frattempo, a settembre inizierà la selezione “per un dirigente ad incarico (art 110 comma 2 del Tuel, cioè un dirigente extra pianta organica) che possa seguire più filoni di attività: settore sociale e socioeducativo, sport e politiche giovanili, co-progettazione sociale, Piano di Zona e relazioni con Comunità Sociale Cremasca”. I settori Cultura, Turismo e Attrattività territoriale, “già dotati di un elevato grado di autonomia, rimarranno al momento sotto la dirigenza, di carattere prettamente amministrativo, di Mario Ficarelli”. Alla scadenza dell’aspettativa, il Comune potrà rinnovare l’incarico o procedere ad “un concorso più generale, attagliato alle esigenze organizzative e gestionali che nel frattempo si saranno definite (vi sarà già la sostituzione del dirigente Redondi che si definirà nelle prossime settimane)”.

 

Opportunità di crescita”
“Non volevamo mortificare la bella opportunità data a Stanghellini e in un Comune così come in un'azienda deve sempre valere il principio della intercambiabilità e della ‘non insostituibilità’ di ciascuno. Si deve sapere andare avanti sempre e a prescindere”. Per il sindaco Stefania Bonaldi si tratta di “una opportunità di crescita, sia per le belle professionalità interne all'ente, messe di fronte a più significative responsabilità e possibili evoluzioni professionali future, sia rispetto agli assetti organizzativi interni delle dirigenze comunali, perché nel corso del prossimo anno potrebbero mettersi in evidenza esigenze di riorganizzazione e di definizione di nuove possibili articolazioni. Intanto ringraziamo Angelo Stanghellini per il lavoro competente e qualificato di questi anni e gli auguriamo di potere offrire anche all'Asp di Bologna analogo contributo di valore nella gestione di servizi delicati, che intercettano bisogni importanti di persone spesso in condizioni di fragilità”.

20
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato