07-06-2023 ore 16:40 | Politica - Cremasco
di Claudia Cerioli

ConsorzioIt: via libera al bilancio '22 e al budget. 'La società è solida, un punto di riferimento'

Martedì 6 giugno l'assemblea dei soci di Consorzio informatica e territorio ha approvato il bilancio 2022 il budget 2023. È il primo bilancio del ‘nuovo’ Consorzio, nato nel dicembre 2021  dal conferimento d’azienda di Scrp. Alessandra Vaiani, presidente del comitato d’indirizzo ha spiegato che “si tratta di un atto significativo, a conferma della coerenza e dell’efficacia dell’azione del consiglio di amministrazione rispetto al mandato ricevuto dai soci. La società è solida, concreta, in grado di configurarsi sempre più come riferimento progettuale territoriale e di centro aggregatore di servizi, al quale si rivolgono con sempre maggior favore i nostri enti soci ma anche altri comuni, che hanno già manifestato l’intenzione di aggregarsi".

 

Garatti illustra le strategie

L’amministratore delegato Bruno Garatti ha illustrato nel dettaglio le strategie future: “Dopo la conclusione del percorso di conferimento del ramo d’azienda di Scrp e la conseguente liquidazione, dopo la ricomposizione territoriale e il ritorno alla massima condivisione tra i sindaci del cremasco, anche attraverso il rilancio dell’area omogenea come luogo di riferimento e innovazione istituzionale, abbiamo cominciato a rilanciare la dimensione progettuale a supporto dei comuni, anche e soprattutto in riferimento alle potenzialità offerte dal Pnrr. In questo contesto stiamo sempre più configurando Consorzio.it  come il braccio operativo dell’area omogenea, in qualità di centro di competenza, con particolare riferimento alle materie connesse alla transizione digitale e ambientale, oltre che come centro aggregatore e organizzatore di servizi comunali attraverso specifiche funzione associate”.

 

Investimenti su rinnovabili e ciclabili

“Il budget 2023 - prosegue Garatti -  è la logica e coerente traduzione nei numeri di questo obiettivo strategico. Gli investimenti sulle rinnovabili, per esempio con i progetti delle comunità energetiche, le risorse finalmente messe a disposizione per cominciare a progettare in modo più organico il reticolo delle piste ciclabili del territorio, il supporto ragionato all’evoluzione digitale dei nostri enti tentando così di sfruttare al meglio le risorse del Pnrr a favore della strutturazione di alcuni servizi territoriali aggregati (Suap, Polizie locali, Ufficio tecnico territoriale, ecc) sono i primi segnali concreti di una prospettiva chiara, anche innovativa, rispetto a cui il nostro territorio vuole tendere e che noi stiamo cercando coerentemente di supportare. L’organizzazione aziendale andrà ad arricchire di ulteriori competenze un organico di qualità”. Soddisfazione per l’approvazione all’unanimità è stata espressa anche dal sindaco Gianni Rossoni in veste di presidente del comitato di indirizzo e controllo: “I sindaci hanno dato l’ennesima testimonianza di un clima positivo e di una rinnovata capacità progettuale unitaria. Il merito va certamente dato a questo consiglio di amministrazione che sta traducendo sempre più in concreto gli indirizzi dei sindaci e le ambizione di rilancio dell’area omogenea cremasca. Non possiamo assolutamente permetterci di perdere l’occasione offertaci dal Pnrr: o la cogliamo oggi o non ci sarà più.”

1469