07-01-2018 ore 20:40 | Politica - Crema
di Paola Adenti

Crema. Matteo Piloni lancia la candidatura alla Regione. Parole chiave lavoro e mobilità

Ora è ufficiale. Da oggi Matteo Piloni è ufficialmente in corsa per le elezioni regionali 2018. Segretario provinciale del Partito democratico e attuale assessore all’urbanistica, ambiente e commercio del Comune di Crema, il candidato Pd ha avviato stamattina la propria campagna elettorale presso il bar Da Vinci di Crema. Un momento conviviale con la stampa, gli amici, i sostenitori per iniziare un'avventura che si preannuncia impegnativa e fitta di incontri. Gli auguri per il nuovo anno, condivisi via social, erano già proiettati verso la meta da perseguire. Piloni aveva citato un testo di Ivano Fossati: "Basta un filo di vento per venirci a guidare, perché siamo naviganti senza navigare mai. Che il nuovo anno porti quel filo di vento che ci consenta di affrontare meglio altri viaggi".

 

Voglia di cambiamento

Il candidato al consiglio regionale ha ringraziato per il calore e la partecipazione, con un pensiero particolare riservato ad Agostino Alloni, consigliere regionale uscente: “Per me è sempre stato un esempio, ho imparato molto da lui, soprattutto che la politica è dare risposte e cercare soluzioni. Ad oggi il collegio provinciale di Cremona conta in tutto quattro candidature. Un voto a me è anche un voto a Giorgio Gori”. Piloni ha sottolineato quanto si percepisca nei cittadini la voglia di cambiamento: "Stiamo uscendo da una crisi che ha mutato l'economia globale, ma per farlo servono persone diverse rispetto a quelle del passato, soprattutto ai vertici politici ed amministrativi. Persone che sappiano guardare la realtà con occhi diversi". Ha ammesso di non essere tuttologo: lungo il suo percorso chiederà aiuto ai cittadini "per rafforzare il legame con il territorio" ed "essere veramente accanto alla gente".

 

Tre parole chiave

Lavoro, pianificazione e mobilità. Queste le tre parole chiave sulle quali baserà la propria candidatura: "L'occupazione sta cambiando fisionomia, anche in ambito locale nascono nuove occasioni, nuove realtà professionali e nuovi mestieri che possono aiutare le imprese del territorio a portare sviluppo". Per quanto riguarda la pianificazione urbanistica, ha spiegato di aver imparato molto nel ruolo di assessore accanto al sindaco Stefania Bonaldi e sottolineato la necessità di nuove leggi sul consumo del suolo "in un'ottica territoriale e globale". La mobilità è un punto dolente ed "è necessario affrontarlo all'interno dei territori provinciali. Anche nella nostra città sono moltissimi i pendolari che si spostano quotidianamente a causa del lavoro o dello studio. Mobilità significa ridurre i disagi, dare dignità e rispettare i singoli individui senza demandare troppo”.

 

"Diamoci da fare"

In chiusura un accenno alla data del voto: domenica 4 marzo. Fino a quel giorno l'agenda di Piloni sarà ricca di incontri e appuntamenti. Sarà affiancato da tre giovani collaboratori. La presentazione si è conclusa con lo slogan che lo accompagnerà durante tutta la campagna elettorale: "diamoci da fare".

Versione pdf