06-07-2019 ore 10:36 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Sanità, Asst Crema solo sfiorata dal Decreto Calabria. Intervengono Piloni e Degli Angeli

“Le risorse per le nuove assunzioni non bastano a sanare le gravi carenze di personale. Negli ospedali di Cremona e Crema – spiega l’assessore regionale del Pd Matteo Piloni - vengono ridotti i posti letto rispettivamente di 126 e 84 unità durante l’estate, alcuni fino al 30 settembre. Il Governo ha sbloccato la possibilità di assumere personale negli ospedali. Bene, ma non benissimo. Per sanare la grave carenza di personale Regione Lombardia ha a disposizione "solo" 15 milioni mentre, per ammissione dello stesso Gallera, per rimediare alla grave carenza di personale delle aziende sanitarie ne servirebbero 41”.

 

Cronica carenza

“Questo significa che si potranno solo tamponare le emergenze ma non si risolverà certo la cronica carenza di medici che sta mettendo in ginocchio interi reparti ospedalieri, anche nelle Asst di Cremona e Crema che. Una riduzione preoccupante che si somma alle difficoltà di alcuni reparti, come otorinolaringoiatria e ortopedia a Cremona, per i quali chiederò spiegazioni all'assessore Gallera con l'obiettivo di mettere risorse per i nostri ospedali”.

 

Decreto Calabria sanità

Al riguardo interviene anche l’esponente del M5s, Marco Degli Angeli: “Grazie al decreto Calabria sanità del ministro della salute Giulia Grillo, anche in Lombardia nuove assunzioni di medici e infermieri. Nei prossimi due anni ci sarà la possibilità di nuove assunzioni di medici e infermieri all'interno degli ospedali di Cremona, Crema e Casalmaggiore per superare le carenze croniche di personale. Lo ha confermato l'assessore regionale Giulio Gallera, nel corso dell’audizione in Commissione regionale Sanità, precisando come nel 2019 saranno disponibili 12 milioni e nel 2020 24 milioni, per nuove assunzioni di personale sanitario”.

 

Situazioni critiche e priorità

“L’assessore ha dichiarato che le risorse verranno assegnate in base alle situazioni più critiche e prioritarie. È dunque urgente che i direttori generali dell’Asst di Crema e Cremona, si facciano sentire in Regione per ottenere una parte di queste risorse data la situazione di grave carenza di personale dei nostri ospedali. Non c’è tempo da perdere, entro luglio l’assessore definirà gli interventi. Da anni la nostra sanità locale è in affanno e ora ci sono sia le leggi, che le risorse, per cercare di migliorare la situazione”.

146
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato