03-04-2019 ore 12:10 | Politica - Dall'italia
di Andrea Galvani

Raddoppio Paullese. Ponte di Spino d’Adda, il Cipe decide di cambiare l’aggiudicatore

L’argomento è il ponte di Spino d’Adda. “Grazie a M5S si sblocca finalmente l’iter per il raddoppio”. Come spiega il consigliere regionale Marco Degli Angeli “giovedì 4 aprile si svolgerà la riunione del Cipe. All’ordine del giorno anche il “cambio del soggetto aggiudicatore dalla città metropolitana di Milano alla provincia di Cremona”.

 

Burocrazia

“Dopo anni di empasse, viene finalmente cambiato il soggetto aggiudicatore e si potrà concretamente realizzare il raddoppio del ponte. Il ritardo nella realizzazione di quest’opera è tutto da addebitare alle classiche problematiche burocratiche italiane, un rimpallo di competenze tra la città metropolitana di Milano e la Provincia di Cremona. Finalmente, grazie al fattivo intervento degli uffici del Ministero delle Infrastrutture, guidato dal cremasco Toninelli, sollecitato dai colleghi del Movimento 5 Stelle della Lombardia, è stata data un’accelerazione all’iter che porterà alla realizzazione dell’opera”.

 

Sbloccata la situazione

“Grazie ai nostri continui solleciti, siamo riusciti a sbloccare una situazione di stallo che si protraeva da anni. Adesso ci auguriamo che tutto avvenga nel minor tempo possibile, e che anche città metropolitana si dia una mossa per il completamento del tratto milanese per eliminare i semafori di san Donato Milanese e far sì che i cittadini di quel territorio non debbano più passare ore ed ore in coda per raggiungere il luogo di lavoro o per i loro impegni privati. Se non si fosse sbloccata la situazione – conclude Degli Angeli - avremmo corso il rischio di slittamento di anni e di perdere milioni di finanziamenti utili per la realizzazione dell’opera”.

287
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato