03-01-2020 ore 19:02 | Politica - Ripalta Cremasca
di Nina Andreoli

Ripalta Cremasca, le opere in cantiere per il 2020. Dalla sala pubblica alla ciclopedonale

Il 2019 che si è appena concluso e il 2020 saranno anni importanti per il comune di Ripalta Cremasca, guidato dal sindaco Aries Bonazza: “Abbiamo preventivato la messa in sicurezza di via 24 Maggio. Saranno sistemati i marciapiedi e abbattute le barriere architettoniche. I lavori inizieranno in primavera. Previsto anche il rifacimento del manto stradale, per una spesa complessiva di 70 mila euro, un’opera inserita nel bilancio 2019. Per la stessa cifra, a Bolzone verrà realizzato un parcheggio vicino alla chiesa. Abbiamo già fatto il preliminare per l’acquisto dell’area. Anche la pista ciclo-pedonale Zappello-Bolzone subirà un restyling da 15 mila euro da febbraio: oltre alla piantumazione di nuovi alberi, è prevista la sistemazione del parchetto di san Michele”. L’ultima opera conclusa nel 2019 è stata la messa in sicurezza del tratto di roggia “acqua rossa” che passa davanti alla scuola materna e all’oratorio. “Si è trattato di un intervento che ha permesso anche di abbellire l’area inserendola nel contesto rurale a cui appartiene. Il lavoro è costato complessivamente 42 mila euro, di cui 36.900 ottenuti attraverso un bando regionale”.

 

Palestra, sala pubblica e rotatoria

Corpose le opere messe in cantiere per il 20202021. Dalla sistemazione degli spogliatoi della palestra alla realizzazione di una nuova sala polifunzionale a Ripalta Nuova, con ammodernamento del palazzo dove ha sede l’Avis. Uno dei maggiori interventi riguarda la messa in sicurezza dell’incrocio che porta a Crema e alle frazioni (quello all’ingresso di Ripalta Nuova per intenderci). L’amministrazione Bonazza ha già ottenuto 100 mila euro di finanziamento regionale, ma i lavori partiranno non prima del 2021.

 

Istruzione e cultura

Durante il primo mandato, l’amministrazione di Bonazza ha investito oltre 3 milioni di euro nella scuola, sia per la riqualificazione della struttura che per il diritto allo studio. È di pochi mesi fa, per esempio, la riqualificazione della biblioteca. Per quanto concerne il piano del diritto allo studio, il sindaco anticipa che “la cifra messa a bilancio sarà aumentata rispetto ai 230 mila euro stanziati, perché si stanno valutando nuovi progetti”. Intanto anche le iniziative culturali vanno a gonfie vele. Ora l’amministrazione sta lavorando per organizzare al meglio la Giornata della Memoria del 27 gennaio.

1664
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi