03-01-2018 ore 16:07 | Politica - Crema
di Diego Meis

Crema. Matteo Piloni, dalla riconferma nel Bonaldi bis al Pirellone, progetti in cantiere

Assessore riconfermato nel Bonaldi bis, segretario provinciale del Pd e candidato alle prossime elezioni regionali, Matteo Piloni traccia i confini del suo 2018, tra progetti, programmi e prospettive in divenire. L’analisi parte dal primo mandato amministrativo, “caratterizzato dal grande lavoro messo in campo per le società partecipate, che gestivano molti servizi pubblici: l'illuminazione, la piscina, il bocciodromo, gli impianti sportivi. Sistemare questo mondo che era diventato fonte di debiti ha consentito non solo di dare un futuro a questi servizi, ma di migliorarli".
 

Luci, varchi e rilancio dell'urbanistica

Come spiega l’assessore all’urbanistica, “più che punti in sospeso, ci sono molti progetti aperti o in procinto di partire. Ad esempio tutto il lavoro di riqualificazione dell'illuminazione pubblica, che sarà concluso nelle prossime settimane; oltre all’efficientamento energetico porterà un risparmio economico di oltre due milioni di euro in 15 anni. A breve partirà l’installazione dei varchi elettronici nei punti di accesso alla città e delle telecamere nei quartieri, per migliorare la percezione della sicurezza”. Altro punto in agenda, il recupero degli immobili dismessi, “che segue il lavoro messo in campo per rilanciare l'urbanistica in città puntando sull'esistente, così come l'alienazione di alcune aree. L’obiettivo non è semplicemente fare cassa, ma recuperare porzioni di città in stato di abbandono, coinvolgendo i privati”.
 

Sottopasso e Paullese, gli irrinunciabili

Nei primi mesi di quest'anno sarà avviato il primo lotto del progetto Crema 2020, che prevede la realizzazione di un Hub per l'intrscambio ferro-gomma e servizi di bike e car-sharing. "È il primo  concreto verso il sottopasso - continua PIloni - cui stiamo lavorando da tempo e che va concluso entro la fine del mandato". Il secondo punto in agenda riguarda il raddoppio della Paullese: "è notizia di oggi che la città metropolitana di Milano ha avviato la procedura per la gara d'appalto dei lavori" afferma Piloni. "Ora manca il ponte: i soldi ci cono, serve il via libero del Comitato interministeriale della programmazione economica, quindi l'incarico a chi farà da stazione appaltante, penso alla Provincia di Cremona".

 

Propositi per l’anno nuovo
Con il 2018 saranno ripresi alcuni temi lasciati in disparte, "tra questi la Pierina, che merita massima attenzione", continua Piloni. "Mi piacerebbe che si trovasse una soluzione alla scuola di CL, eredità di un centrodestra che non ha fatto crescere la città, anzi. Penso che le condizioni per una soluzione ci siano tutte, soprattutto dopo aver modificato la destinazione urbanistica, da servizi scolastici a socio-sanitari". Dal punto di vista ambientale, quest'anno entra in vigore il nuovo contratto d’igiene urbana, "che riconferma la presenza dell’agente ambientale, estende l’orario di apertura della piazzola ecologica e punta a migliorare il servizio a fronte di un risparmio di costi al cittadino".

 

In corsa per il Pirellone
Domenica 7 gennaio Piloni ufficializzerà la sua candidatura alle elezioni regionali: “Una scelta che ho maturato nel tempo per due motivi: il primo riguarda il sostegno che ho e continuo a ricevere da molte persone, iniziato dopo che Agostino Alloni ha annunciato di non ricandidarsi. Spero non solo di poter prendere il suo posto, ma di fare bene quanto lui. Il secondo motivo riguarda proprio l'esperienza di amministratore e di segretario provinciale del Partito Democratico. La prima mi ha fatto capire quanto la regione sia un punto di riferimento fondamentale per un'amministrazione locale. La seconda mi ha fatto conoscere la nostra provincia, tra potenzialità e punti deboli. È innegabile come la Regione ad oggi non le abbia mai dato il giusto peso”.
 

Dall’impegno alla fiducia
“Se dovessi descrivere il 2017 in una parola, direi 'impegno'. Per il nuovo anno scelgo invece la parola ‘fiducia’: è quella cosa che, per citare Sartre, si guadagna goccia a goccia, ma si perde a litri”. Dall’amministrazione al Pirellone, Piloni ribadisce la propria attività a tutto campo: “continuerò ad impegnarmi per guadagnare fiducia, passo dopo passo, risposta dopo risposta, problema dopo problema. Consapevole che la fiducia si può perdere facilmente. Chi fa politica lo deve sempre tenere ben in mente”.

Versione pdf

 La redazione consiglia:

politica - Crema
“Generalmente sarebbe corretto non emettere un giudizio dopo solo sei mesi di amministrazione, ma in questo caso è differente: la Giunta ha ripreso da dove aveva lasciato, compresi tutti...
politica - Crema
“I primi sei mesi di lavoro mi sono serviti per prendere confidenza con il nuovo ruolo e ai molti volti nuovi in consiglio comunale per capire i meccanismi della politica locale, la sua...
politica - Crema
“Come valuto i primi sei mesi del Bonaldi bis? In una parola? Continuità. E i cittadini - che dovrebbero conoscere le valutazioni mie, di Simone Beretta e di Laura Zanibelli sul primo...
politica - Crema
“In questi primi mesi siamo partiti con il motore già caldo. Quasi non ci siamo fermati nemmeno durante l'estate: si pensi infatti ai "tour" presso le case popolari”....