02-12-2013 ore 20:25 | Politica - Crema
di Andrea Galvani

Crema, Aziende Partecipate. Il riassetto verrà realizzato in tre fasi e sancito dal consiglio comunale. Oggi la Commissione Garanzia

Prosegue spedito il riordino delle Aziende Partecipate del Comune di Crema. Nel tardo pomeriggio di oggi, nella sala riunioni di palazzo comunale è tornata a riunirsi la Commissione di Garanzia: sul tavolo la bozza di delibera quadro sulla razionalizzazione e semplificazione dell'apparato di partecipazioni societarie del comune di Crema.

La bozza di delibera
Oltre al sindaco Stefania Bonaldi, i consiglieri comunali Laura Zanibelli, Mario Lottaroli, Emilio Guerini, Matteo Gramignoli, il presidente della commissione comunale Alessandro Boldi, gli avvocati Luca Lanzalone e Stefano Sonzogni ed il presidente di Cremasca Servizi - società posseduta al 100% dal comune di Crema - Dino Martinazzoli.

In tre fasi
Secondo quanto disposto dallo Stato, "i Comuni con popolazione compresa tra i 30 mila ed i 50 mila abitanti possono detenere la partecipazione di una sola società"; entro il 31 dicembre 2013 dovranno essere messe in liquidazione le altre società già costituite. Crema concentrerà tutte le partecipazioni societarie in un'unica società, individuata come holding, Cremasca Servizi srl, totalmente partecipata dal Comune.

Liquidata Scs Servizi Locali
Di concerto con Scrp verranno ricollocati tutti i servizi attualmente affidati a Scs Servizi Locali, che sarà messa in liquidazione. Infine si procederà a realizzare la terza ed ultima fase, con la fusione di Cremasca Servizi srl in Scrp spa.

Il consiglio comunale
L'appuntamento di oggi non è da considerarsi esaustivo. La documentazione verrà approfondita con la convocazione di una nuova commissione prima dell'approdo dell'atto in Consiglio Comunale, con ogni probabilità prima della pausa natalizia.
891