01-08-2022 ore 13:04 | Politica - Offanengo
di Denise Nosotti

Dup Offanengo, mensa scolastica tra le priorità del nuovo anno, ma la minoranza vota contro

La nuova mensa della scuola primaria è stato tra i punti più discussi in consiglio comunale a Offanengo al momento di affrontare il Dup (documento unico programmazione). L’amministrazione, guidata dal sindaco Gianni Rossoni, è beneficiaria di un contributo del Pnrr a cui si aggiungeranno altri 360 mila euro ottenuti tramite mutuo decennale. Per quest’opera il Comune non andrà ad aumentare il suo indebitamento in quanto è stata siglato, l’estate scorsa, un accordo con la ditta Chromavis la quale avrebbe dato un contributo di 40 mila euro annui per dieci anni. Dal canto suo il comune garantisce ai dipendenti dell’azienda agevolazioni tariffarie (sconti mensili della retta) per l’iscrizione dei figli all’asilo nido di via Verdi. sarà poi affissa nell’atrio della mensa una targa di ringraziamento all’azienda. “All’interno di questo progetto - spiega il vice sindaco Daniel Bressan - è previsto anche l’acquisto di un’area per realizzare un giardino pubblico, sarà tombolata la roggia per la costruzione di una pista ciclo - pedonale che da via Cabini porta ala piazzetta antistante la scuola2.

 

‘Zona nord collegata al centro’

“La zona nord del paese - prosegue - sarà così agganciata al centro. Per quanto riguarda l’interno della mensa, il Pnrr assegnava come spazio per ogni utente un valore basato su una vecchia legge del 1975. Quindi risultava più piccola. Tuttavia, l’amministrazione, sfruttando una legge più recente riuscirà ad avere spazi più ampi”.  La fase progettuale è ancora preliminare. Il gruppo di minoranza guidato da Andrea Ramella auspica: “andando ad affinare la progettazione in fase di definitiva ed esecutiva, crediamo si possa ripensare il collegamento fra la vecchia e la nuova struttura. Far passare tutti i bambini della primaria attraverso gli spazi dell’asilo più volte al giorno non ci sembra la soluzione migliore”. Hanno poi votato contro il Dup con rammarico da parte dell’amministrazione. “Significa bocciare un’opera fondamentale che per il comune non ha nessun onere di spesa. Orizzonte Offanengo ha perso un’occasione importante”.

2620