30-04-2020 ore 16:30 | Economia - Sindacati
di Claudia Cerioli

Rsa Cremasco. Dusi, Cisl: ‘preoccupati per la sicurezza e per il futuro occupazionale’

Nonostante l’emergenza Coronavirus sembri essere nella fase discendente, in tutta Italia permangono preoccupazione e dubbi sulla situazione interna alle case di riposo. Sulla situazione cremasca abbiamo interpellato Roberto Dusi della Funzione pubblica della Cisl: “Dopo il picco dei contagi il sistema Rsa si sta evolvendo in Covid 19”. Molti i timori, anche e soprattutto a Crema, stante l’elevato numero di morti. Il nodo principale riguarda l’adeguatezza delle strutture: “I pazienti richiedono cure specifiche in caso di ricaduta o aggravamento delle condizioni di salute. Inoltre il personale non è addestrato, mancano le attrezzature, minime di un Ospedale”.

 

Dpi, tamponi e test sierologici

Riguardo ai dispositivi di protezione individuale, Dusi dichiara: “siamo ancora carenti in alcune strutture, e soprattutto la sorveglianza sanitaria che avrebbe fatto una grande differenza, per salvare vite umana e diminuire il contagio, è partita tardi. Inoltre fare i tamponi dopo più di un mese a contatto con il virus crea falsi negativi”. Sul territorio sono in corso i test sierologici: i primi ad usufruirne sono gli operatori sanitari e delle forze dell’ordine.

 

Fondo Integrazione Salariale

“A livello economico, alcune cooperative hanno attivato il Fondo di integrazione salariale, sia misto che completo, integrando le ore, ma molti lavoratori sono in difficoltà economica. Il futuro è critico sul piano occupazionale, noi in provincia davamo una grande risposta, in termini di prestazioni e servizi, ma anche occupazionale. Ci saranno ricadute importanti, prima sui precari; poi sulle cooperative, soprattutto sul domiciliare. Dal 4 maggio è previsto un allentamento delle misure restrittive, ma non credo sarà una circolazione libera, perché l'onda del virus nelle Rsa sarà più lunga. All'esterno è assolutamente necessaria una convivenza protetta e prudente. Troppo grave il rischio di una pesante ricaduta”.

2680

 La redazione consiglia:

economia - Sindacati
“Salvaguardare le figure mediche ovunque e tutti gli operatori. Tutelare gli ospiti non infetti da covid-19, separandoli fisicamente da quelli infetti. Un'azione di potenziamento delle...
cronaca - Crema
Prosegue la proficua collaborazione tra la città di Crema e il personale sanitario cubano, giunto in città per sostenere l’ospedale di Crema nell’emergenza Covid. Un gruppo...
cronaca - Pandino
La situazione delle case di riposo desta fortissima preoccupazione in tutto il Cremasco. Come spiega il presidente della Fondazione Ospedale dei poveri di Pandino, Massimo Papetti, “ad oggi, su...
politica - Dall'italia
“La situazione delle nostre Rsa così come degli Istituti di riabilitazione è molto seria. Prendersela con i consigli di amministrazione è un errore, oltre che ingiusto. La...
cronaca - Pandino
"Questa esperienza coinvolge milioni di persone e ci obbliga non solo a gestire l’emergenza adesso, qui, ora, ma per quanto possibile, ci obbliga al confronto e all’apprendimento. Ad...
rubriche - Comunicazioni ai cittadini
“Carissime lettrici, carissimi lettori. Con il cuore pieno di gioia, la presidente Bianca Baruelli ed i componenti del Consiglio di amministrazione della Fondazione Benefattori Cremaschi...
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi