28-09-2020 ore 17:41 | associazione libera artigiani
di Giovanni Colombi

Il primo ottobre è vicino. A comunicare la tua Pec pensa la Libera artigiani di Crema

Perché rivolgersi alla Libera associazione Artigiani di Crema? La risposta è semplice: nel labirinto di nuove leggi e regolamenti, che si susseguono senza posa, per un imprenditore orientarsi da solo diventa davvero molto complicato. Il personale della Libera Artigiani, invece, sempre aggiornato in maniera puntuale sulle novità in ambito lavorativo e professionale, è in grado di offrire tutto il supporto necessario alle aziende. Dietro l’angolo, infatti, incombe una scadenza importante, prevista dal decreto Semplificazioni: quella della comunicazione al Registro delle imprese del proprio indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec) – ora divenuta domicilio digitale - entro il prossimo 1 ottobre 2020.
 

La Pec
Entro questa data, tutte le imprese, costituite in forma societaria o individuale, che non avessero ancora comunicato il proprio indirizzo Pec o il cui domicilio digitale sia stato cancellato d'ufficio oppure sia inattivo dovranno regolarizzare la propria posizione con la relativa comunicazione al Registro delle imprese competente per territorio, in esenzione dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria. Il conservatore dell'ufficio del Registro delle imprese, in seguito a  opportuna segnalazione di domicilio digitale inattivo a un’azienda, chiederà all’azienda stessa di provvedere all'indicazione di un nuovo domicilio digitale entro il termine di 30 giorni. Terminato questo periodo e se l’azienda non avrà provveduto in tal senso, il conservatore potrà procedere alla cancellazione dell'indirizzo dell’azienda dal Registro delle imprese e dare il via alla sanzione.
 

Le sanzioni
La mancata comunicazione, infatti, comporterà una sanzione amministrativa, prevista dall'art. 2630 del Codice civile, in misura raddoppiata per le società (cioè da 206 a 2.064 euro) e in misura triplicata per le imprese individuali (cioè da 30 a 1.548 euro) e l'assegnazione d'ufficio di un nuovo e diverso domicilio digitale. Per quanto riguarda le imprese di nuova costituzione, l'Ufficio del Registro delle imprese che riceverà la domanda di iscrizione priva del domicilio digitale, invece della sanzione prevista, sospenderà la domanda, in attesa che la stessa sia provvista del domicilio digitale.
 

Per informazioni
La Libera Associazione Artigiani di Crema è pronta a offrire i suoi servizi a tutte le imprese che dovessero ancora adempiere quest’obbligo di legge, provvedendo a espletare le relative pratiche. Contattateci nella nostra sede di Crema: (tel. 0373/2071; indirizzo email: laa@liberartigiani.it), oppure nelle nostre altre due sedi sul territorio: a Pandino (tel. 0373/91618) e a Rivolta d’Adda (tel. 0363/78742).

916
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi