28-05-2020 ore 16:55 | Economia - Banche
di Giovanni Colombi

Banca Cremasca e Mantovana. Bilancio 2019: utile netto di 4 milioni di euro

"Un ottimo 2019". Così Banca Cremasca e Mantovana definisce il bilancio appena chiuso che ha registrato un utile netto di 4 milioni di euro (+82,47%) e indici patrimoniali al di sopra della media. Al 31 dicembre 2019 il Cet 1 era del 14,15% e il total capital ratio del 14,78%. Oggi l'istituto bancario conta 259 dipendenti, 7.524 soci e 35 filiali nei territori di Crema e Cremasco, Mantova e provincia, con estensioni anche nel Bresciano, nel Piacentino e a Caravaggio. A seguito della costituzione dei gruppi bancari cooperativi, formalizzata lo scorso anno, fa parte del gruppo bancario cooperativo Iccrea, terzo gruppo bancario italiano per numero di sportelli, pari a 4.226 per 259 istituti.

Vicino ad aziende e famiglie
La raccolta da clientela a fine anno si è attestata a circa 1,9 miliardi. in particolare è cresciuta la raccolta indiretta, per un totale di 553 milioni di euro (+ 7%). La banca ha continuato a sostenere l’economia reale di famiglie e imprese, erogando 173 milioni di nuovi finanziamenti. Gli impieghi lordi al 31-12-2019 hanno superato il miliardo di euro, in crescita dell’1,5%; in particolare la clientela ha prediletto mutui chirografari e ipotecari di medio-lungo periodo (+4,34%), incentivati da tassi particolarmente favorevoli. Anche nel 2019 i crediti deteriorati si sono ridotti: in particolare le sofferenze nette si attestano a circa 12 milioni di euro, pari all’1,5% dei crediti netti. Con il risultato netto di gestione di 4 milioni di euro, i fondi propri della banca salgono a 136 milioni.

Il sostegno al territorio
Anche nel 2019 sono state molteplici e significative le attività di sostegno al territorio: circa 370 mila euro sono stati destinati a progetti di riconosciuto interesse per la collettività. oltre alle tradizionali elargizioni verso parrocchie, onlus e associazioni meritevoli in molteplici ambiti, la banca ha riconfermato il proprio impegno nel finanziamento di persone svantaggiate, attraverso i progetti di microcredito sociale legati alle Caritas del territorio.

Gli aiuti per la pandemia
La banca proseguire nella sua missione di solidarietà anche in tempi di pandemia: per l’emergenza Covid19 sono stati devoluti 100 mila euro agli ospedali di Crema, Asola e Bozzolo; inoltre attraverso l’Ats Valpadana, la banca ha regalato ai medici di base del territorio cremasco e mantovano 2800 mascherine protettive. un primo importante contributo di 10 mila euro è stato erogato alla Caritas di Crema a favore del nuovo fondo San Giuseppe (#chiesaconvoi) destinato alle famiglie del territorio che stanno affrontando difficoltà economiche a seguito della pandemia.

L'assemblea per approvare il bilancio
L'emergenza sanitaria in corso non ha permesso di svolgere le assemblee dei soci con i tempi e le modalità consuete, pertanto sono state individuate soluzioni alternative per poter consentire ai soci di esprimere le proprie indicazioni di voto, senza correre rischi. ciò sarà possibile, come prevede la normativa, attraverso la delega e la compilazione di un allegato contenente le istruzioni di voto da consegnare al ‘rappresentante designato’, che la banca ha individuato nella figura di un professionista si sua fiducia. La banca fa sapere che “i soci riceveranno a breve tutte le istruzioni per poter partecipare all’assemblea ordinaria, nonché le credenziali per accedere alla nuova area a loro riservata sul sito internet della banca”.

 

838
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi