27-09-2018 ore 16:29 | Economia - Banche
di Giovanni Colombi

Banca Cremasca e Mantovana. Giornata del socio a Modena, tra monumenti e Ferrari

Domenica scorsa grande successo per la diciottesima Giornata del Socio organizza da Banca Cremasca e Mantovana. Circa 400 persone hanno partecipato al tour ricco di cultura di fascino: la visita della città di Modena e al museo Ferrari.

La visita alla città
In primis il Palazzo ducale, sede della Corte degli Estensi, la cui costruzione fu iniziata nel 1634 e terminata tra il 1814 e il 1859. Dentro il Palazzo ha sede la prestigiosa Accademia militare di Modena, di cui è stato possibile intravedere il famoso ed elegante Cortile d’onore, sede delle cerimonie militari. Nel salone si svolge ogni anno il Ballo delle debuttanti. Dalla Modena laica a quella religiosa, unite da Piazza Grande. Il Duomo: capolavoro dello stile romanico, è stato edificato nel sito del sepolcro di san Geminiano, patrono della città. Nella cripta della Cattedrale si trovano le reliquie del santo, conservate in una semplice urna del IV secolo. A fianco della cattedrale sorge la famosa torre campanaria detta la Ghirlandina: alta 89,32 metri, è diventata il simbolo della città. Fu costruita a partire dal 1179, quando fu innalzata come Torre di San Geminiano; fu rialzata nei secoli successivi con l'introduzione della caratteristica punta ottagonale ornata da due ghirlande, da cui deriva il nome di Ghirlandina.

 

Il mito del cavallino rampante

Stagliandosi nello skyline modenese con la sua inconfondibile forma a cofano giallo, il museo Enzo Ferrari, racchiude la storia del fondatore della Ferrari, oltre a presentare alcune tra le auto più belle e vincenti di sempre. E’ stato collocato presso la casa natale del Drake, che un tempo ospitava anche l’officina di Alfredo Ferrari, padre di Enzo. In questo complesso museale è stato possibile leggere la storia di una casa automobilistica conosciuta e amata in tutto il mondo attraverso le foto d’epoca, i motori, l’esposizione di automobili da corsa e in configurazione stradale.

 

La premiazione

Terminata le visite i soci hanno pranzato a Villa Cesi, a Nonantola. Costruita nel 1700 dalla famiglia veneta Cesi, questa splendida abitazione vanta anche un enorme parco ricco di vegetazione. Durante il convivio, il presidente Francesco Giroletti e il vice presidente Giuseppe Capellini hanno premiato con una targa d’argento Tarcisio Regazzetti (nell'immagine in alto), in qualità di socio con più anni di anzianità bancaria, e la giovane Claudia Guerini, classe 1988.

96
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato