27-05-2015 ore 17:13 | Economia - Banche
di Ramon Lombardi

Bcc Adda e Cremasco, approvato il bilancio 2014. Riconfermato il Cda. Erogati finanziamenti per 410,3 milioni di euro

Bilancio approvato all’unanimità e consiglio di amministrazione riconfermato con ampi consensi. Domenica 24 maggio, alla presenza di ben 796 soci (184 in delega), presso la palestra Toffetti di Crema, ha avuto luogo l’assemblea ordinaria dei soci del Credito Cooperativo dell’Adda e del Cremasco Cassa Rurale.

 

Finanziamenti erogati

Giudicati lusinghieri i risultati fatti registrare dai finanziamenti erogati, per un importo complessivo di 410,3 milioni di euro, con 764 nuovi mutui erogati nel 2014 per un totale di 44,4 milioni di euro (sono stati 544 nel 2013 per un importo di 42,8 milioni di euro). Mutui che insieme ai prestiti personali continuano a rappresentare la voce più significativa (pari al 77,50%) del totale degli impieghi verso la clientela. Le famiglie consumatrici rappresentano il 44,29% del totale dei crediti netti, mentre nel comparto delle imprese produttrici tra i maggiori utilizzatori di credito l’agricoltura con il 19% sui crediti netti alle imprese e il 10,3% sul totale dei crediti netti ed i servizi destinati alla vendita con il 19,09% sui crediti netti alle imprese e 10,2% sul totale dei crediti netti.

 

I nuovi soci

Il presidente Giorgio Merigo ha sottolineato l’ingresso nel 2014 di 240 nuovi soci, segno di un sempre maggior radicamento della banca nel territorio. Alla fine dello scorso anno i soci hanno quindi raggiunto quota 4.674, registrando un aumento del +3,13% rispetto al 2013, di cui 594 giovani compresi nella fascia di età dai 18 ai 35 anni. In tema di cooperazione e solidarietà, nel corso del 2014, la Cassa Rurale, pur in un quadro di perdurante crisi, ha proseguito nell’opera di consolidamento delle relazioni con parrocchie, oratori, istituzioni economiche d’impresa, scuole, associazioni di volontariato, Onlus, O.n.g., amministrazioni comunali e organismi statali, istituzioni di cooperazione locale e internazionale.

 

L'assemblea alla palestra Toffetti (foto © Cremaonline.it)

 

Le iniziative realizzate

Complessivamente sono state realizzate oltre 200 iniziative, con erogazioni complessive per circa 250 mila euro, con crescente attenzione alle nuove generazioni, nonché ai progetti di Cooperazione Internazionale che vedono impegnata la Bcc in Ecuador, Terra Santa, Africa, Guatemala e Ucraina. Molto intenso anche l’impegno messo in campo per sviluppare buone relazioni e progettualità comuni con le altre Bcc del territorio e le istituzioni del movimento cooperativo.

 

Prima tra le banche medie

Grande la soddisfazione per la Banca di Credito Cooperativo dell’Adda e del Cremasco nel vedersi riconosciuta come prima classificata a livello nazionale tra le banche di Credito cooperativo del settore banche medie per lo sviluppo dei prodotti e dei servizi nel campo della previdenza assicurativa. Per quanto riguarda la raccolta complessiva, essa ha superato i 614 milioni di euro, con un incremento di circa 14 milioni di euro (+2,32%), un riconoscimento importante da parte dei soci e clienti a conferma del crescente rapporto di fiducia in atto, nella consapevolezza che tale risorsa si traduce in finanziamenti a favore delle comunità. L'utile netto di esercizio ammonta a 602.438 euro e il patrimonio netto della Banca supera ora i 60,8 milioni di euro.

 

Il Consiglio di amministrazione

Riconfermati il consiglio di amministrazione. Presidente: Giorgio Merigo. Vice presidente vicario: Angelo Manfredi. Vice presidente: Quinto Ginelli. Consiglieri: Luigi Bargigia, Alberto Basso, Gianfranco Brambilla, Antonio Raoul Denti Pompiani, Ernesto Ercoli, Costante Seragni. Collegio sindacale. Presidente: Alberti Marchesi. Sindaco effettivo: Andrea Cantoni e Maria Rosa Scorsetti. Sindaco supplente: Roberta Bertoli e Laura Maccalli. Collegio dei probiviri. Presidente: Filippo Spina. Proboviro effettivo: Roberto Belloni ed Angelo Porro. Proboviro supplente: Silvano Camagni e Riccardo Formento.

Oggi al cinema