26-05-2019 ore 18:56 | Economia - Mercati
di Giovanni Colombi

Pomodoro, il maltempo taglia la produzione. La preoccupazione di Coldiretti Lombardia

L’ultima ondata di maltempo che nelle campagne italiane ha provocato danni superiori ai 10 milioni di euro. Le piogge e la grandine delle ultime settimana stanno rallentando fortemente la produzione del pomodoro. Nei campi manca una piantina su tre mentre quelle già messe a dimora soffocano per la troppa acqua accumulata nei terreni. Come spiega Davide Rocca, tecnico del Consorzio casalasco del Pomodoro, “una situazione frutto di questa pazza primavera che rischia di compromettere la produzione finale. Quest’anno con i trapianti siamo in ritardo di almeno due settimane. Rischiamo una raccolta posticipata”.


Cremona e Mantova in testa nella produzione

“A questo – commenta Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Lombardia – si aggiunge un prezzo del pomodoro da industria che non risponde alle esigenze del settore. Dopo una campagna sfavorevole, quest’anno l’accordo raggiunto di 86 euro a tonnellata è stato siglato fuori tempo massimo e senza tenere conto dell’andamento meteo sfavorevole. Il risultato è un prezzo che non valorizza il prodotto e non rafforza la competitività dell’intero settore. In Lombardia sono 7 mila gli ettari coltivati a pomodoro. Le produzioni principali sono nelle province di Mantova e Cremona che insieme rappresentano quasi l’80% delle superfici dedicate a questa coltivazione”.

61
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato