26-01-2023 ore 17:43 | polocosmesi
di Giovanni Colombi

Polo della Cosmesi. Dal make-up allo skincare, un ritorno al passato in chiave futuristica

La cosmesi - dal make-up allo skincare, all’haircare - sta riscoprendo e riportando alla ribalta vecchi trend che ricordano gli anni Novanta e l’inizio del terzo millennio. Un ritorno al passato in chiave futuristica.
 

“Il beauty emo e gotico, detto anche goth, è risorto con la fine del 2022 – racconta Sonia Laneri, professoressa del Dipartimento di Farmacia, Università degli Studi di Napoli Federico II -. Il look lunatico, caratterizzato tradizionalmente dall'uso di un make-up scuro e pronunciato, si è diffuso a ondate nell'ultimo decennio, fino a raggiungere le stimate passerelle della Settimana della Moda di quest’anno evolvendosi in modi nuovi e inaspettati. Che siano ciglia lunghissime e dai volumi esagerati, lacrime nere disegnate con eyeliner o smokey eyes, le ragioni del ritorno del beauty emo e gotica sono profonde, e aldilà di serie tv come “Mercoledì” che ne hanno stimolato un revival”.
 

“I look naturali stanno lasciando il posto a make-up profondi dall’animo dark. Un ritorno al passato, dopo il boom a metà degli anni 2000. Il goth ha continuato a rimanere dietro le quinte, riemergendo sporadicamente negli anni in sfilate con modelle che indossavano rossetti e abbigliamento nero. Nel 2018, la fondatrice di Fenty, Rihanna, durante uno dei suoi tutorial Tuesdays ha suscitato un nuovo interesse per il goth look, mostrando come creare un viso goth chic, semplice e quotidiano, con i prodotti del suo marchio, attraverso un make-up nero. Il punto focale del tutorial, e in generale dei make-up è l’eyeliner, rigorosamente nero, seguito poi da prodotti lip dalle nuances fredde e dark, con un tocco glam-grunge anni Novanta. Essenziale per questo tipo di make-up è un ombretto di definizione, che catturi l’attenzione sullo sguardo, in forte contrasto con la shade del viso. Il look può essere poi abbellito aggiungendo lo scintillio argentato di qualche highlighters”.
 

Nel 2022, le ricerche per i termini goth ed emo hanno raggiunto nuove vette, con Tik Tok che ha accumulato un totale di 41 miliardi di visualizzazioni per i termini sulla piattaforma. “Lo stile emo e gotico torna in numerose declinazioni seppur con elementi specifici che costruiscono look inconfondibili – prosegue la docente -. Uno stile anticonformista capace di creare sguardi magnetici e di svelare la parte più dark di noi stessi. Le ragioni del ritorno in auge dello stile emo-gotico hanno radici profonde. Così come nel post-punk degli Anni 70, da cui trae origine, anticonformismo è la parola-chiave, uno stile forte e grintoso con volontà di ribellione e rottura. Accanto al nero, che resta il colore predominante, fanno il loro ingresso anche il bordeaux, il viola, il grigio, e il blu nelle palette occhi e lip, in forte opposizione con le sopracciglia bleached”.
 

Ma il gotico non è solo make-up, fondamentali sono i ritual di skincare che consentono di esaltare le performance beauty. “L’incarnato chiaro, omogeneo e matt è un must have per le goth addicted. Dimenticato il contouring pesante, l'incarno del 2022 è stato caratterizzato da blush e illuminanti per esaltare la bellezza della pelle, in tutta la sua naturalezza. I messaggi lanciati anche per il 2023 per l’incarnato del viso hanno lo stesso fondamento: la pelle reale ha texture, pori, imperfezioni, e non va coperta, ma esaltata nella sua interezza. Per cui il must anche per la prossima stagione sarà idratare e illuminare, eliminando il fondotinta e lasciando il correttore solo dove necessario oppure utilizzando prodotti di make-up ibridi, formulazioni capaci di unire le funzionalità della skincare a prodotti di make-up ed in grado di offrire benefici più specifici”.
 

Anche le labbra nel 2022 sono state delle vere protagoniste. Anche qui uno sguardo al passato, anche recente, è d'obbligo. Qual è il decennio di riferimento per loro? “Periodo fine anni Novanta, primi anni Duemila – afferma Laneri -. Sono diventate di nuovo super "glossy": i colori spaziano dai toni del rosa alle labbra rosse ultra lucide. C’è un ritorno per il 2023 alla matita labbra per un perfetto overlining labbra accoppiata a lip balm per ottenere labbra sempre più nutrite e morbide. La lip pencil potrà essere tono su tono o più scura per creare un contrasto più vicino al look anni 90”.

Non vanno dimenticati i trend capelli per i quali gli anni '60 si mescolano al grunge in cui il ciuffo diventa protagonista insieme alla frangia. “Viene accentuato il volume sulla parte alta della testa, con un finish molto naturale e morbido, il tutto spesso aggiunto di un effetto bagnato che completa l’acconciatura – commenta Laneri -. Comunque, al di là delle tendenze, dei corsi e ricorsi storici, non dobbiamo dimenticare la libertà di espressione e di genere, profondamente sentita dai millenials. I giovani oggigiorno, sono molto sensibili all’unicità degli individui ed alle cause ambientali, per cui la cosmesi del futuro dovrà essere sempre più inclusiva e dimostrare contemporaneamente il suo reale interesse verso la salvaguardia del nostro pianeta e di tutto il suo ecosistema con un ruolo sempre più incisivo in progetti di sviluppo sostenibile e soprattutto di economia circolare”.

1706