26-01-2018 ore 14:48 | Economia - Aziende
di Diego Meis

Digitalizzazione e istituzioni, la Provincia risparmia oltre 773 mila euro grazie alla Pec

La digitalizzazione è risparmio, anche per la pubblica amministrazione. È quanto emerge dai dati diffusi dalla Provincia di Cremona in merito alla nuova gestione dei procedimenti amministrativi: grazie all’uso delle nuove tecnologie, negli ultimi sette anni ha generato un risparmio pari a 773.327 euro.


Dalla raccomandata alla Pec
Come emerge dai dati raccolti tra il 2010 e il 2017 dalla Provincia, la posta certificata virtuale (Pec) ha gradualmente sostituito l’utilizzo delle raccomandate cartacee, con un netto vantaggio economico. La stima prende in considerazione il costo minimo di una raccomandata ordinaria, pari a 3,90, cui si somma la stampa dei documenti, i costi della materia prima e della manutenzione delle stampanti.


Archivi virtuali
Il passaggio dal sistema analogico a quello digitale non è stato semplice, ma l’efficacia è stata dimostrata nel tempo: meno faldoni, più risparmio e rapidità nello scambio di documenti importanti, il tutto autenticabile ed archiviabile in via virtuale. Un passo avanti irrinunciabile anche per le pubbliche amministrazioni, verso la semplificazione dei processi e la riduzione dei costi pubblici.

Oggi al cinema