25-11-2018 ore 18:02 | Economia - Associazioni
di Giovanni Colombi

Mcl del territorio, apertura dell'anno sociale. Fusari, "buone prospettive per il futuro”

Venerdì scorso si è svolta la serata di apertura dell’anno sociale 2018-2019 del Mcl del territorio che ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di dirigenti, soci e simpatizzanti del Movimento ad ogni livello di responsabilità. Come da tradizione la serata è iniziata con la messa, celebrata da don Angelo Frassi quest'anno nella chiesa parrocchiale di Capergnanica. Al termine l'intervento di saluto ai presenti da parte del presidente Michele Fusari, riconfermato il mese scorso, che ha elogiato il lavoro quotidiano dei collaboratori e del team di consulenti e professionisti che operano nelle strutture operative di Crema , Cremona, Lodi e Spino d'Adda.

 

In un anno duemila soci in più

Durante la cena Fusari ha posto l'attenzione sui ragguardevoli traguardi raggiunti in questi mesi, sottolineando la conferma del continuo trend di crescita dei servizi alla persona - quelli tradizionali e storici come il caf e il patronato ma anche tutta la gamma dei nuovi servizi introdotti per stare al passo con i tempi - e ha poi posto particolare attenzione sui numeri raggiunti con l'adesione associativa dell'anno 2018 dove il Mcl ha tesserato 8123 soci con un incremento rispetto all'anno 2017 di circa 2000 unità. “Anche quest'anno commenta il presidente - abbiamo aperto l'anno carichi di forti motivazioni e buone prospettive per il futuro forti di quello abbiamo fatto in questi ultimi cinque anni di vita associativa ma soprattutto motivati a continuare tutti insieme la nostra storia che raggiungerà il prossimo 8 dicembre i 46 anni di presenza come corpo intermedio cristiano che continua con orgoglio a voler camminare fianco a fianco alla società”.

42
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato