25-09-2020 ore 15:25 | associazione libera artigiani
di Giovanni Colombi

Super ecobonus: alla Libera associazione Artigiani di Crema una task force per aiutarti

In questi ultimi, difficili mesi, la Libera associazione Artigiani di Crema è sempre stata in prima fila per fornire tutto il supporto necessario alle imprese e ai professionisti del territorio, colpiti dalle conseguenze economiche dell’emergenza sanitaria. L’ultima novità, nell’ampio pacchetto di servizi messi a disposizione dall’associazione, è rappresentata dalla task force dedicata al Super ecobonus: un gruppo di lavoro che ha il compito di rispondere con la massima precisione e di offrire la migliore consulenza in materia ai tantissimi privati che, da quando è stato introdotto il Super ecobonus al 110%, si sono rivolti agli uffici dell’associazione cremasca per chiarimenti.


Il super ecobonus
Ma ripassiamo brevemente i punti salienti del provvedimento, già oggetto di un convegno della stessa Libera artigiani, tenutosi lo scorso 29 luglio nella sede dell’associazione, in cui sono state illustrate le opportunità commerciali offerte agli associati della Libera. L'aliquota di detrazione al 110% del Super ecobonus riguarda le spese, sostenute dal 1 luglio 2020 al  31 dicembre 2021, relative a interventi di risparmio energetico, interventi sismici, installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Il meccanismo di accesso al Super ecobonus prevede l'obbligo di effettuazione di almeno uno dei cosiddetti interventi trainanti: interventi di efficientamento energetico effettuati su più del 25% della superficie degli immobili, sia essa verticale (pareti), orizzontale (pavimenti) od obliqua (tetti); sostituzione degli impianti di climatizzazione posti nelle parti comuni dei condomini e sostituzione degli impianti di climatizzazione situati nelle singole unità immobiliari. La detrazione può essere ripartita in 5 quote annuali.

Ma chi ha diritto al Super ecobonus?
I condomini. Le persone fisiche che agiscono al di fuori del loro esercizio di attività di impresa, arti e professioni. Gli Iacp (Istituti Autonomi Case Popolari); le cooperative di abitazione a proprietà indivisa; le Onlus e le associazioni di volontariato, nonché le associazioni e le società sportive dilettantistiche. Un’altra grande novità riguarda la possibilità di beneficiare dell'agevolazione fiscale in tre modi diversi: far valere la detrazione nella dichiarazione dei redditi; richiedere uno sconto in fattura ai fornitori di beni o servizi pari alla detrazione spettante; cedere direttamente l'ammontare della detrazione tramite una pratica denominata "Cessione del credito".


La task force della Libera artigiani
Della task force fanno parte l’architetto Ernesto Toscani e l’ingegnere Gianpaolo Doldi, professionisti associati alla Libera artigiani. “Il Super ecobonus sta suscitando molte aspettative - dichiara Doldi - gli aspetti tecnico-formali del provvedimento, però, sono particolarmente complessi. Ecco perché, in previsione del prossimo 15 ottobre, data in cui entrerà in funzione il portale telematico per caricare le pratiche relative al Superbonus, la Libera artigiani ha deciso di istituire un gruppo di lavoro, con il compito operativo di esaminare da subito le richieste pervenute e di individuare chi ha i requisiti per poter richiedere il bonus, accompagnandolo nell’espletazione della pratica. Come prima cosa, dovremo verificare la regolarità edilizia dell’immobile interessato”. Aggiunge Toscani: “la sensazione è buona: siamo stati contattati fin dai primi momenti per le informazioni su come procedere nella domanda al Super ecobonus. L’irrompere del Covid ha rallentato la tempistica, mentre un secondo limite consiste nelle possibili modifiche che possono ancora interessare il provvedimento. Tuttavia, oggi, il 90% circa delle informazioni in merito sono attendibili e la task force sarà presto pronta a fornire tutte le precisazioni del caso e a dedicare un’assistenza mirata a chiunque si rivolgerà alla Libera artigiani”.


Per contattare l'associazione
Per qualsiasi informazione, che siate associati o no, contattateci nella nostra sede di Crema, facendo riferimento alla signora Emilia (tel. 0373/2071; indirizzo email: laa@liberartigiani.it), oppure nelle nostre altre due sedi: a Pandino (tel. 0373/91618) e a Rivolta d’Adda (tel. 0363/78742).

833
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi