23-03-2024 ore 18:14 | Economia - Fiere
di Claudia Cerioli

Bologna. Il sindaco di Crema visita le aziende del cremasco al Cosmoprof. 'Eccellenza in vetrina'

“Continuando a esasperare la retorica parlando di eccellenze davanti a qualsiasi cosa di buona qualità - dichiara il sindaco di Crema Fabio Bergamaschi - si finisce per perdere di vista l'autentico valore delle questioni. Eccellenza è un termine che dovremmo usare con più parsimonia. Ma sulla cosmesi, e in particolare su quella del del cremasco mi gioco il bonus con piena convinzione”. Bastano pochi istanti al Cosmoprof Bologna per capire che parlare di eccellenza del made in Italy per la cosmesi è tutto fuorché retorica: è una fotografia piena di orgoglio.

 

‘Il made in Crema’

Centinaia di espositori, decine di migliaia di visitatori ogni giorno da tutto il mondo, stand che parlano da soli di ricerca e innovazione, di dinamicità e sana voglia di protagonismo sul mercato globale. Il settore beauty fattura in Italia oltre tredici miliardi di euro. Nove di questi sono prodotti in Lombardia e, in particolare, nel quadrilatero tra Crema, Lodi, Milano/Brianza e Bergamo. Nel cremasco abbiamo autentici campioni del terzismo, che spediscono in ogni angolo del mondo prodotti commercializzati con i nomi dei brand più famosi, ma integralmente Made in Crema. Ed è un trend ancora in fortissima crescita. Lavoro, sviluppo, benessere, inclusione sociale: un valore inestimabile che dobbiamo promuovere e proteggere in ogni modo possibile.

 

Festival della bellezza

Le imprese sono abituate a correre con le proprie gambe, ma anche i territori e le istituzioni possono fare qualcosa di significativo per aiutarle ad esprimersi al meglio. Il Comune di Crema, per questo, è impegnato con determinazione attraverso l’assessorato all’istruzione e lavoro a sviluppare la filiera della formazione, per creare attraverso i corsi Its opportunità lavorative per i giovani e competenze per le imprese. Con l’assessorato alla cultura, per realizzare un festival della bellezza che possa rimanere nel tempo anche un tratto distintivo di questa città, un racconto del suo "saper fare" e del suo stesso essere, nonché un'occasione di attrattività territoriale. Come rimarca il sindaco: “anche essere a Bologna, venerdì 22 marzo, in visita agli stand delle imprese, è stato un modo, oltre che per ritrovare con grande piacere tanti ex colleghi, per dire come istituzioni "ci siamo! Siamo orgogliosi di voi! Lavoriamo ancor più intensamente insieme per la nostra comunità! È quello che stiamo facendo e quello che faremo. Ancora e ancora e ancora."

9441