23-02-2020 ore 14:25 | associazione libera artigiani
di Giovanni Colombi

Dichiarazione dei redditi e 730: non perdere tempo e rivolgiti alla Libera artigiani Crema

È tempo di cominciare a pensare al 730, per non rischiare di attendere l’ultimo momento, quando saranno in molti a presentare la propria dichiarazione dei redditi. Sono tanti, infatti, i privati e le aziende cremasche che da anni si affidano alla Libera associazione artigiani di Crema e non si tratta per forza solo di associati. I motivi della fiducia verso la Libera sono molteplici, ma soprattutto va detto che l’associazione di categoria può vantare uno staff competente e sempre aggiornato. I corsi di formazione per i propri addetti non solo avvengono in tempo reale, man mano che il legislatore introduce nuove normative, ma sono anche personalizzati, grazie alla presenza costante in associazione di esperti nella formazione fiscale. Ogni membro dello staff della Libera Artigiani può quindi contare su una formazione che gli consente di padroneggiare con sicurezza le norme fiscali in continuo mutamento.

Consulenza personalizzata

“Non è tutto - precisa il direttore della Libera, Renato Marangoni - Oltre alla competenza, il nostro personale ha un altro valore aggiunto: la profonda conoscenza del contribuente. Compilare la dichiarazione dei redditi per un contribuente, infatti, non significa solo conoscere perfettamente le norme fiscali da applicare, ma anche conoscere molto bene i contribuenti che ogni anno si affidano alla Libera per presentare la propria dichiarazione. Non solo: significa anche dedicare il giusto tempo ai nuovi e sempre numerosi clienti che si avvicinano ogni anno per la prima volta ai servizi forniti dalla nostra associazione in materia di dichiarazione dei redditi. Ecco perché il nostro staff non si limita soltanto a reperire la documentazione, ma fissa appuntamenti personalizzati, apposta per poter dedicare a ciascuno il giusto tempo, necessario per portare a termine un adempimento così delicato”.
 

Come si svolge il servizio nel dettaglio?
“La compilazione dei dichiarativi viene svolta da una squadra che si occupa di contattare coloro che hanno presentato il 730 l’anno precedente, evitandogli così il rischio di dimenticarsi dell’adempimento e fissa appuntamenti personalizzati per prendere visione della nuova documentazione e prestare consulenza. Sempre il team di esperti della Libera Artigiani si assicura che i 730 e le dichiarazioni dei redditi siano correttamente compilati e che non manchi alcun documento. Se il contribuente ha dimenticato qualche certificato, la struttura si attiva per recuperarlo e ciò nel massimo rispetto delle norme sulla privacy; anche questo dimostra l’alta qualità del servizio offerto dalla Libera. Lo stesso vale per la conservazione del documento, che è in cima alle nostre priorità”.
 

Che cosa avviene in questo caso?
“Dopo la compilazione della dichiarazione dei redditi, si apre la cosiddetta fase di controllo da parte del fisco, che a campione può raggiungere i contribuenti per effettuare verifiche documentali su quanto portato in detrazione. Per questo motivo, prima di aver restituito i preziosi originali al cliente, lo staff si occupa di conservarne delle copie digitali in maniera meticolosa, in modo che siano eventualmente facili da reperire e produrre in caso di richiesta di controllo, qualora il cliente avesse smarrito gli originali, che devono essere restituiti per obbligo di legge”.
 

Sono inconvenienti che potrebbero verificarsi?
“Alla Libera Artigiani questi inconvenienti non succedono mai, perché siamo un’associazione che si occupa di queste pratiche da oltre 60 anni. Il nostro staff gestisce la documentazione come se ogni dichiarazione fosse la propria. Sa sempre dove sono i documenti forniti all’Agenzia delle Entrate ed è in grado di gestire anche le problematiche che possono insorgere perfino anni dopo la presentazione dei dichiarativi, che vengono sempre conservati negli archivi. Il personale della Libera ci mette sempre la faccia. Non lascia mai soli gli imprenditori e i privati cittadini che si rivolgono all’associazione”.
 

E per quanto riguarda la trasmissione telematica della Certificazione Unica?
“Nessun problema: ci pensa la Libera a recuperarla. Da qualche anno a questa parte la certificazione dei redditi percepiti, che in gergo è denominata CU (Certificazione Unica) ovvero il vecchio CUD, ma per i più nostalgici, il vecchio modello “101”, è divenuta telematica. In particolare, parliamo di pensioni o di Naspi (ex disoccupazione). Non viene più inviata per posta al domicilio del contribuente. Ci sarebbe da sorridere, ma in realtà fa tristezza pensare che un pensionato debba prelevare la propria CU nel sito Inps, richiedendo le credenziali, ovviamente tramite l’utilizzo di un computer e di una connessione a internet, oppure dirigendosi agli uffici dell’Inps stesso, facendo spesso ore di coda per richiedere un documento che gli spetta di diritto. Bene, tutto ciò alla Libera Artigiani è ormai prassi consolidata che non debba accadere. Già in fase di primo appuntamento, gli esperti fanno firmare le opportune deleghe all’interessato, per recuperare tale documentazione a suo nome, senza sprechi di tempo”.
 

Ricapitolando, perché, dunque, rivolgersi alla Libera Artigiani per la propria dichiarazione?
“Perché alla Libera si è sempre sul pezzo e a tutto il nostro staff sta a cuore il contribuente. Da noi è possibile trovare disponibilità, flessibilità di orario nel ricevimento dei clienti, ma soprattutto preparazione, cordialità ed estrema cura nel porre in essere l’adempimento. Ci tengo a ricordare che quest’anno la scadenza per presentare il proprio 730 cadrà il prossimo 23 luglio 2020, ma la Libera Artigiani comincerà a contattare gli interessati a già partire dal mese di marzo, così da avere la situazione sotto controllo entro la fine di maggio. Per qualsiasi informazione, invito a rivolgersi ai nostri uffici, a Crema, in via Di Vittorio 36. Numero di telefono: 0373/2071. Indirizzo email: laa@liberartigiani.it. La Libera ha anche due sedi distaccate, a Pandino, in piazza Vittorio Emanuele III 11 (tel. 0373/91618), la cui referente è Mirella Marazzi e Rivolta d’Adda, via Dante Alighieri 4 (tel. 0363/78742), che ha come referente Monica Bonazzoli. In ognuna delle tre sedi è anche possibile prendere appuntamento con le due commercialiste che collaborano con la Libera Artigiani: Eleonora Agazzi e Matilde Fiammelli.

1898
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi