23-01-2020 ore 16:28 | associazione libera artigiani
di Giovanni Colombi

La Libera artigiani radicata nel Cremasco. Tre le sedi: Crema, Rivolta d'Adda e Pandino

La Libera associazione artigiani di Crema ha recentemente rinnovato i propri spazi a Pandino, dove è presente da 40 anni. Una mossa resasi necessaria per poter continuare a servire al meglio le esigenze degli imprenditori del borgo visconteo. La sede si trova sempre in piazza Vittorio Emanuele III, di fronte al castello, si è spostata solo di quale metro, al civico 11. Ad oggi sono dunque tre le sedi della Libera artigiani in tutto il Cremasco: la principale è a Crema, le altre a Pandino e a Rivolta d’Adda. Tre sedi che stanno a dimostrare la capacità della Libera Artigiani di presidiare il territorio, grazie al consistente numero di iscritti. E, del resto, il punto di forza dell’associazione di categoria sono proprio i tanti imprenditori e professionisti che hanno scelto di affidarsi alla Libera, per poter beneficiare di un pacchetto di servizi a 360 gradi, che l’associazione è in grado di offrire loro (servizi di contabilità; consulenza fiscale-tributaria, societaria e legale-finanziaria; paghe e gestione del personale; gestione colf e badanti; adempimenti e successioni ereditarie e patronato). Grazie ai numeri e all’ampiezza dei servizi offerti, comprese consulenze qualificate, la Libera può ritenersi infatti la prima associazione di categoria nel territorio cremasco per imprenditori e professionisti.

 

Sul territorio al fianco delle imprese

Come spiega il presidente, Marco Bressanelli, “oltre a Crema, anche Pandino e Rivolta d’Adda sono per noi della Libera Artigiani delle piazze fondamentali. Testimoniano un valore che è nel nostro Dna: quello della presenza sul territorio. Per noi, in concreto, far sentire la nostra presenza e la nostra vicinanza a livello locale significa restare sempre al fianco delle imprese, supportandole in ogni passo tramite tutti i nostri servizi. Questa è la nostra missione. La nostra è anche un’associazione aperta, dove gli artigiani e tutti gli imprenditori in genere devono sentirsi parte attiva”. L’amministrazione comunale di Pandino ha offerto alla Libera Artigiani tutto il supporto necessario per far sì che sempre più imprese possano insediarsi sul territorio, riconoscendo infatti all’associazione cremasca un ruolo imprescindibile nel coadiuvare le imprese a superare i tanti ostacoli che si trovano a dover affrontare sul loro percorso. “Purtroppo, le scelte della politica non vanno ancora nella direzione auspicata – prosegue Bressanelli - l’ultima legge di Bilancio è lì a dimostrarci che la tanto sperata attenzione nei confronti del mondo produttivo non c’è stata. Ancora una volta, la Libera Artigiani si rimboccherà le maniche e continuerà ad assistere imprenditori e professionisti nella loro attività quotidiana, tramite servizi specifici, consulenze con i nostri professionisti e seminari di formazione in merito alle nuove normative che verranno emanate”.

Tutti i riferimenti

Di seguito gli indirizzi e i recapiti telefonici delle tre sedi: Crema, via Di Vittorio 36 (tel. 0373/2071); Pandino, piazza Vittorio Emanuele III 11 (tel. 0373/91618), la cui referente è Mirella Marazzi e Rivolta d’Adda, via Dante Alighieri 4 (tel. 0363/78742), che ha come referente Monica Bonazzoli. In ognuna delle tre sedi è anche possibile prendere appuntamento con le due commercialiste che collaborano con la Libera Artigiani: Eleonora Agazzi e Matilde Fiammelli. Per qualsiasi evenienza si può scrivere all’indirizzo email: laa@liberartigiani.it.

821
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi