21-10-2022 ore 14:00 | polocosmesi
di Giovanni Colombi

Polo della Cosmesi. L'indagine di NielsenIQ: “rossetto, in farmacia è il re delle vendite”

Lunga vita al rossetto. Se con la pandemia le vendite erano drasticamente calate, oggi i prodotti labbra segnano una crescita a doppia cifra anche nel canale farmaceutico dove si registra un calo generalizzato del beauty. I numeri resi noti da NielsenIQ - aggiornati all’11 settembre 2022 - lo confermano: dopo le cifre record registrate nel 2021, quando la cosmetica era tornata ai livelli pre-pandemia, il mercato farmaceutico nel 2022 mostra una contrazione del cura persona che interessa in maniera più o meno marcata tutte le categorie: make-up, skincare e bodycare.

 

Il mercato

In particolare, nelle farmacie e parafarmacie, il Make-Up chiude in negativo (-4,1% vs AT Sett 2021) per un giro d’affari di 29,5 Mio di €. La categoria soffre anche a confezione (-3,8% vs 2021), nonostante la leggera riduzione dei prezzi (-0,3%). Il calo è imputabile soprattutto alle Farmacie (-4,7%), che rappresentano l’85% delle vendite a valore, mentre le Parafarmacie evidenziano un trend sostanzialmente stabile (-0,4%)."Sotto il profilo dei segmenti - spiega Giulia Monica, Insight Analyst NielsenIQ - a guidare il calo in farmacia sono i prodotti trucco occhi e viso. Il segmento occhi, responsabile del 30% del giro d’affari della categoria, registra un -12,1% a valore e -5,8% a confezione, a cui si aggiungono una riduzione del numero medio di referenze e una contrazione della pressione promozionale. Secondo segmento per contributo negativo è il make-up viso, che rappresenta il 46% della categoria e che chiude a settembre con un -4,6% a valore e -9,0% a confezione. A controbilanciare parzialmente la contrazione dei prodotti make-up viso e occhi ci pensano gli accessori (+2,6% a valore e -1,1% a confezione) e i cofanetti trucco a +160,6% a valore e +272% a confezione. Peccato però che questi ultimi generino solo l’1% delle vendite della categoria". Le Parafarmacie mostrano uno scenario leggermente differente: qui le performance negative sono principalmente dovute al segmento occhi (-18,4% a valore), unghie (-5,8%) e, in misura minore, agli accessori trucco (-1,1%), ma totalmente compensate dalla crescita dei prodotti viso (+8,1%), labbra (+30,6%) e cofanetti trucco (+29,6%).

 

Trend in continua crescita

Un trend interessante è quello dei prodotti per le labbra, cresciuti nell'ultimo anno del +25,3% a valore e del +28,6% a volume. Il segmento, che in farmacia copre il 6% del fatturato complessivo della categoria, ha beneficiato delle promozioni e di un ampliamento del numero di referenze (+9,3%). L'andamento positivo del segmento si registra anche nelle parafarmacie dove i prodotti labbra crescono addirittura del 30,6%, a dimostrazione di "un cambio di mix nel carrello delle consumatrici, dettato soprattutto dalla possibilità di uscire all’aperto senza mascherine tenendo le labbra scoperte".

2971