21-07-2019 ore 12:15 | Economia - Associazioni
di Giovanni Colombi

Cna Fita, incontro con il prefetto di Cremona sul tema della sicurezza e dell'abusivismo

Dopo aver scritto al Ministro delle Infrastrutture Toninelli, la Cna Fita cremonese ha incontrato il prefetto di Cremona, Vito Danilo Gagliardi. Presenti i vertici dell'associazione provinciale: Giovanni Bozzini, presidente di Cna Cremona; Mariella Marcarini, presidente della Fita Cremona ed Adriano Bruneri, funzionario responsabile territoriale e regionale degli autotrasportatori della Fita. Alla base dell'incontro le preoccupazioni per la crescita del fenomeno presenza di attività invisibili che esercitano completamente in nero. Come spiega Bozzini, “quello dell’abusivismo nel settore dell’artigianato è un fenomeno che deve essere fermato. Sta assumendo dimensioni preoccupanti, creando danni evidenti e generando concorrenza sleale e compromettendo la sopravvivenza degli operatori regolari”.

Insieme per combattere l'abusivismo
Come sottolineato da Marcarini, “abbiamo presentato al prefetto un documento nel quale, pur ribadendo tutta una serie di osservazioni già fatte al suo predecessore, abbiamo ritenuto necessario porre l’accento su due questioni particolari: regole e abusivismo. Riteniamo infatti che un territorio come il nostro, vicino a grandi realtà metropolitane, ma slegato da esse in termini di infrastrutture non efficienti, non possa non basarsi per restare competitivo su regole certe che siano da tutti i competitors condivise e soprattutto rispettate. È stato un confronto positivo: il prefetto si è impegnato a proseguire il percorso nel rispetto della continuità del lavoro svolto prima del suo insediamento, ribadendo la disponibilità ad ulteriori incontri tra le forze economiche e con i rappresentati delle Forze dell’Ordine, per pianificare mirate attività di controllo e specifiche misure volte ad ottimizzare l’azione delle forze di polizia”.

13
Oggi al cinema
Eventi del giorno