20-09-2017 ore 12:20 | Economia - Milano
di Gianni Carrolli

Metano. Cremona quarta in Lombardia per distributori. In Regione l’aumento maggiore

Quarta in Lombardia con 15 distributori di metano e Gpl, la provincia di Cremona si piazza appena fuori dal podio guidato da Milano (38), Brescia (32) e Bergamo (22). Cifre che rispecchiano l’andamento della Regione che tra 2010 e 2016 ha visto il maggiore incremento del numero di distributori di gas naturale compresso e liquefatto. Un primato premiato lo scorso giugno al convegno Gas naturale e biometano, specchio dell’aumento dei veicoli a metano cui è connesso il risparmio di 164 milioni di euro per l’acquisto di benzina e gasolio. Il tutto, riducendo di 127 mila tonnellate la quantità di anidride carbonica prodotta.

 

Veicoli e metano e risparmio

Il primato per la provincia italiana con il maggior numero di mezzi a metano rispetto al totale del parco macchine è Ancona, con una percentuale pari al 13,9%. Distanti le percentuali lombarde: la provincia con l’incidenza maggiore è Mantova (2,59%), seguita da Brescia (2,31%), Cremona (2,04%), Bergamo (2%). “L’Italia è al primo posto in Europa per numero di veicoli a metano e numero di distributori – osservano dalla Regione – ma si può fare ancora meglio. Se in tutta la penisola si arrivasse al livello di diffusione di veicoli a metano di Ancona si risparmierebbero 11 miliardi di euro e 8 milioni di tonnellate di anidride carbonica; nella sola Lombardia, 1,7 miliardi di euro con un calo di 1,4 tonnellate di CO2”.

Oggi al cinema