19-11-2019 ore 16:58 | Economia - Mercati
di Giovanni Colombi

Crema. Inaugurato il corso post diploma sulla cosmesi, l'unico a livello nazionale

Stamattina, presso l'università di via Bramante, ha preso il via il corso di Tecnico superiore per le produzioni cosmetiche 4.0, primo in assoluto ad essere erogato in Italia e che da oggi punta ad essere riferimento per coloro che vogliono accedere al comparto cosmetico mediante un percorso di formazione. Ad inaugurare il corso biennale erano presenti Stefania Bonaldi, sindaco di Crema e presidente di Acsu insieme a Giuseppe Nardiello, presidente della Fondazione Its Nuove Tecnologie della Vita, Renato Ancorotti, presidente di Cosmetica Italia, Davide Pagliarini, vice preside dell'istituto superiore Galilei di Crema, Maria Grazia Crispiatico, dirigente scolastico del Galilei e Ilaria Massari, direttore di Reindustria Innovazione oltre ai 25 allievi attualmente iscritti.

Il diploma
Alla fine del biennio formativo, usciranno i primi allievi in possesso del diploma di tecnico superiore con validità in tutta Europa e corrisponde al V° (e più alto) livello del Quadro Europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente. Saranno loro la nuova linfa per un comparto che, proprio perché in crescita costante, ha più volte manifestato l’esigenza di arruolare nuova forza lavoro formata con competenze tecniche e specialistiche per poter operare fin da subito nel settore della cosmesi, che in Lombardia conta la presenza del 54% delle aziende italiane con un fatturato nel 2018 pari a 11,4 miliardi di euro.

Corso che risponde alle esigenze del mercato
Come spiegato dal sindaco, “siamo molto contenti di essere riusciti a raggiungere questo traguardo, voglio ricordare che parliamo del primo Its in Italia inerente il settore della produzione cosmetica. Un ringraziamento speciale ad ACSU (Associazione Cremasca Studi Universitari) che ha tenuto la regia dell’operazione e soprattutto ai sostenitori, Cosmetica Italia e Camera di Commercio di Cremona, oltre che i partners operativi. Siamo convintissimi che la proposta incontrerà il successo per gli studenti ma anche per le imprese, con importanti ricadute occupazionali e formative e questo è un bel risultato per il territorio.” Soddisfazione anche da parte del presidente di Cosmetica Italia, Renato Ancorotti: “come rappresentante dell’industria cosmetica nazionale credo nella fondamentale importanza di questo corso di alta specializzazione, che risponde al bisogno di risorse professionali per un settore in continua crescita in termini di fatturato (le previsioni di fine 2019 indicano un valore della produzione di 11,7 miliardi di euro) e di occupazione (sono 35 mila i dipendenti diretti dell’industria cosmetica italiana e salgono a 200 mila se si considera l’intera filiera)”.

5728