15-09-2017 ore 10:38 | Economia - Offanengo
di Andrea Baruffi

Offanengo, Madonna del pozzo. La pioggia guasta la fiera. Penalizzati gli espositori

Penalizzata dal maltempo, si è chiusa lunedì sera la trentaquattresima edizione della fiera Madonna del pozzo di Offanengo. “La kermesse – racconta la presidente del comitato Settembre offanenghese, Elisa Carelli – è stata guastata dalla pioggia ma ha cercato di mantenere il proprio spirito e valorizzare le realtà sia locali che extra provinciali. Le manifestazioni in programma in piazza Patrini sono state ospitate nella sala polifunzionale dell’oratorio. Hanno riscosso come sempre grande successo di pubblico. La forte perturbazione di domenica ha costretto gli espositori a chiudere in anticipo gli stand”.

 

Dall’arredo ai giochi

Andiamo con ordine. La rassegna ha aperto i battenti nella prima serata di venerdì 8 settembre. Buona l’affluenza di visitatori. Una trentina gli stand allestiti nelle vie centrali del paese. Ampia la proposta di accessori per la finitura e l’arredo della casa: serramenti, porte interne di design, pannelli solari e fotovoltaici. Ed ancora materassi per un corretto riposo, stufe a pellet e oggettistica per arricchire con gusto l’abitazione. Immancabili le sfiziosità enogastronomiche. Focaccia di Recco, speck dell’Alto Adige, hamburger, dolci, caramelle e una vasta selezione di bibite. Sono solo alcune delle specialità alimentari che era possibile  acquistare o gustare in loco. Una parte della fiera era riservata all’esposizione di mezzi agricoli, macchine per la cura del giardino e autovetture. Tra i più piccoli hanno riscosso il consueto successo i maxi gonfiabili e la carrozza di Cenerentola.

 

Spettacoli e mostre

Variegate le proposte artistiche e culturali. Hanno arricchito la fiera valorizzando i talenti locali e offrendo momenti di divertimento e svago per tutte le età. Durante i quattro giorni, da venerdì 8 a lunedì 11 settembre, si sono susseguiti spettacoli, mostre e intrattenimenti musicali. Le note del Corpo bandistico san Lorenzo hanno aperto la manifestazione e accompagnato la cerimonia d’inaugurazione ufficiale. Apprezzate le creazioni degli hobbisti locali e gli scatti realizzati dal Gruppo fotografico Offanengo, esposti nelle aule della scuola elementare. Per un look sempre alla moda i negozi del paese hanno proposto la tradizionale sfilata con capi casul, eleganti e accessori di tendenza per la stagione autunnale. Risate a non finire con il cabaret di Omar Fantini, mentre il musical di Michele Tomatis ha offerto un viaggio alla scoperta del globo, riproponendo in chiave moderna il romanzo di Jules Verne Il giro del mondo in 80 giorni. Insomma, come sottolineato dalla presidente Carelli, l’edizione 2017 “ha affrontato una serie di condizioni sfavorevoli, a partire dai capricci meteorologici. Del resto le difficoltà sono una risorsa per migliorare”. Il comitato è già al lavoro per la trentacinquesima edizione.    

Versione pdf
Oggi al cinema