15-04-2023 ore 14:17 | confartigianato
di Giovanni Colombi

Confartigianato imprese Crema: scadenze ambientali, Mud prorogato all'8 luglio

In questo periodo dell’anno sono previste le scadenze dei termini per alcuni adempimenti di carattere ambientale che le imprese sono tenute a rispettare al fine di non incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa di riferimento.

 

Di seguito riportiamo pertanto i termini, le procedure e le modalità previste ricordando che l’Ufficio “Ambiente e Sicurezza” della Confartigianato Imprese Crema è a disposizione per coadiuvare le imprese ad adempiere a tutti gli obblighi di legge.
 

Prorogata all'8 luglio la presentazione del Mud

Anche quest’anno novità importanti sono state introdotte per quanto riguarda il M.U.D. (Modello Unico Dichiarazione Ambientale), modificato rispetto agli anni precedenti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 febbraio u.s. pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 marzo 2023.

 

In virtù delle modifiche e integrazioni adottate il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha confermato che per il 2023 la scadenza per la presentazione del MUD, solitamente fissata per il 30 aprile di ogni anno, è slittata di 120 giorni dalla data di pubblicazione del citato Decreto e quindi il nuovo termine è fissato per il prossimo 8 luglio.

 

Le novità introdotte con il Decreto dello scorso febbraio riguardano sostanzialmente i Comuni e i gestori del servizio pubblico per la raccolta in convenzione dei rifiuti urbani.

 

Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale dovrà comunque essere presentato da:

- produttori e trasportatori conto proprio di rifiuti pericolosi;

- produttori di rifiuti speciali non pericolosi, con più di 10 dipendenti, derivanti da lavorazioni industriali e artigianali, da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi;

- chi effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto rifiuti;

- chi svolge attività di recupero e smaltimento dei rifiuti;

- chi effettua raccolta, trasporto, recupero e smaltimento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali;

  • soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE (apparecchiature elettriche e elettroniche - pile e batterie) rientranti nel campo di applicazione del D. Lgs 151/2005.

 

Sono confermate le modalità di invio telematico (non sono più ammesse la spedizione postale o la consegna diretta del supporto informatico) e le informazioni da dichiarare: quantità di rifiuti prodotti, trasportati, recuperati e smaltiti durante l’anno precedente e le giacenze, cioè quanto non è stato avviato a recupero o smaltimento entro il 31 dicembre 2022.

 

Come ogni anno l’Ufficio Ambiente e Sicurezza della Confartigianato Crema ha attivato il servizio finalizzato all’assistenza alle imprese nella compilazione e presentazione del MUD annuale.

 

Le aziende interessate dovranno consegnare presso l’Ufficio, entro e non oltre mercoledì 31 maggio:

  • il registro di carico e scarico dei rifiuti;

  • i formulari di smaltimento rifiuti dell’anno precedente (2022).

 

Diritto annuo per trasporto rifiuti (Albo gestori ambientali: scadenza 30 aprile

Rimane confermata per il 30 aprile la scadenza del termine per il pagamento del diritto annuale per l’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali relativamente all’autorizzazione per il trasporto dei propri rifiuti.

 

Sul sito dell’Albo Gestori Ambientali, nell’area riservata all’Impresa, è disponibile il servizio per il pagamento telematico dei diritti annui.

 

Non è possibile pagare con altre modalità, se non con carta di credito.

 

Si ricorda che il mancato pagamento del diritto annuale comporta la sospensione d’ufficio dell’autorizzazione all’attività di trasposto rifiuti e l’eventuale applicazione delle relative sanzioni in caso di controllo da parte degli Organi di Vigilanza.

 

Con l’occasione si ricorda che qualsiasi mezzo utilizzato per il trasporto dei rifiuti deve essere iscritto all’Albo Nazionale Gestori Ambientali e che è possibile trasportare solo i rifiuti identificati tramite codice CER per cui si è stati autorizzati compilando in modo completo e corretto il relativo formulario.

 

Piano gestione solventi

In base alla normativa vigente le imprese di pulitintolavanderia entro la data del 30 aprile prossimo dovranno predisporre il Piano Gestione Solventi.

 

Questo documento dovrà essere conservato insieme alla domanda di autorizzazione e dovrà essere messo a disposizione degli organi di vigilanza in caso di controllo.

 

Per ulteriori informazioni e per l’adempimento degli obblighi di legge sopra esposti è possibile rivolgersi all’Ufficio Ambiente e Sicurezza della Confartigianato Imprese Crema (Giada Giussani/Laura Granata 0373-87112).

L’Ufficio fornisce, inoltre, assistenza e supporto completo in materia di Sicurezza sul Lavoro, Igiene degli Alimenti, Gestione della Privacy e normativa ambientale in genere.

2577