15-02-2024 ore 10:23 | Economia - Cremona
di Claudia Cerioli

Bancari: assemblee per il contratto collettivo nazionale. Focus sul benessere lavorativo

Proseguono le assemblee per l’approvazione dell’ipotesi di accordo di rinnovo del contratto collettivo nazionale bancari dello scorso 23 novembre. Martedì 6 febbraio a Cremona si è tenuta un’assemblea sindacale unitaria, che ha coinvolto tutto il personale della città e dei comuni limitrofi, per la presentazione e votazione dei contenuti dell’ipotesi di accordo di rinnovo del contratto collettivo del settore bancario che occupa oltre 260 mila persone. Hanno partecipato il segretario generale regionale Andrea Battistini (First Cisl), i segretari regionali Simona Pedrali  (Fisac Cgil), Marco Castoldi  (Uilca), Daniele Ginese (Fabi) e Gianluca Benzoni (Unisin). Un rinnovo caratterizzato da un importante incremento economico che garantisce il pieno recupero del potere di acquisto dei salari, una parziale redistribuzione degli utili del settore, la riduzione dell’orario settimanale di lavoro, il rafforzamento dei presidi volti a favorire una nuova cultura orientata al benessere lavorativo e l’introduzione della possibilità di attivare forme di partecipazione dei lavoratori all’interno delle aziende.

 

Rafforzati i diritti sociali

L’obiettivo della crescita dei salari è stato integralmente raggiunto, con 435 euro di aumento per la figura media, a regime, grazie alla tenacia delle organizzazioni sindacali, all’andamento positivo del settore favorito dal regime di tassi alti, e alla convergenza finale dei banchieri che, all’inizio del confronto, erano divisi su strategie ed obiettivi del negoziato. Diversi gli interventi riferibili all’organizzazione del lavoro e al benessere organizzativo, dalla riduzione dell’orario settimanale di lavoro (trenta minuti) a parità di salario, al rafforzamento dei diritti sociali (malattia, maternità e paternità, occupazione, contrasto delle molestie e violenze di genere nei luoghi di lavoro), alla possibilità di attivare forme di partecipazione dei lavoratori in azienda (finanziaria, gestionale, organizzativa e consultiva), al fine di favorire il benessere, aumentare la competitività e produttività del lavoro.

2540