14-01-2024 ore 14:37 | Economia - Sindacati
di Claudia Cerioli

Chimici: col 2024 aumenta il trattamento economico minimo per i lavoratori in difficoltà

Federchimica, Farmindustria e Filctem Cgil, Fecma Cisl e Uil hanno raggiunto un’intesa in base alla quale si è anticipato al primo gennaio l’erogazione di 45 euro come quota della tranche di aumento contrattuale del trattamento economico minimo (Tem) già previsto dal primo luglio 2024. Si inserisce inoltre nei minimi contrattuali la cifra di 23 euro, a oggi riconosciuta in qualità di elemento distinto della retribuzione e che sarebbe stata trasferita comunque a partire da luglio 2024.

 

Supporto ai lavoratori in difficoltà

L’incremento totale previsto è di 68 euro per la categoria D1. L'accordo è stato raggiunto col comune obiettivo di supportare i lavoratori in un momento di particolare difficoltà, in un contesto geopolitico ed economico complesso, con elevati costi di energia e materie prime, anche favorendo la gestione complessiva dei costi per le imprese. Le somme anticipate verranno poi compensate nel corso del 2025 nell’ambito dei valori economici che saranno oggetto del prossimo rinnovo contrattuale. Con l’intesa raggiunta Federchimica, Farmindustria e le parti sindacali intendono riaffermare il valore di relazioni industriali costruttive e il ruolo di parti sociali proattive, capaci di cogliere in tempi rapidi ogni utile opportunità per lavoratori e imprese del settore.

2064