13-07-2018 ore 10:59 | Economia - Scadenze fiscali
di Andrea Galvani

Tari, a Ripalta Cremasca e Cremosano 2500 persone ora potranno pagare con un click

La Tari 2018, la tassa sui rifiuti, ora può essere “pagata con un click”: online, al bancomat o in tabaccheria. Per 2500 residenti (1600 circa a Ripalta Cremasca, 800 a Cremosano) è tempo di ‘rivoluzione’. A casa verrà recapitato un nuovo avviso cartaceo sul quale saranno indicati gli importi, le modalità di pagamento: secondo la tradizionale soluzione in un’unica rata o in più rate a scadenza prefissata. Il servizio è stato realizzato dalla società Consorzio.it (in house di Scrp) in collaborazione con gli uffici tributi delle due amministrazioni comunali. Il tutto secondo le disposizioni dell’Agenzia per l’Italia digitale. L’obiettivo è “agevolare il pagamento dei tributi, facilitare gli utenti portando i servizi comunali direttamente nelle case dei cittadini”. Particolare da non trascurare: "i Comuni in questo modo vedranno aumentere i flussi di cassa”. A Milano, la prima in assoluto ad adottare il sistema, l'incremento in un solo anno è stato di 30 milioni.

 

PagoPA

Come spiegato da Cristian Lusardi di Consorzio.it, “gli utenti potranno accedere, tramite computer o smartphone, al portale del rispettivo Comune. Dovranno cliccare sul logo pagoPA e completare l’operazione. Potranno usare anche delle applicazioni, ad esempio Satispay. O se preferiscono potranno recarsi nelle ricevitorie o da un tabaccaio, ma anche presso gli sportelli bancari o i bancomat. Per effettuare il pagamento basterà usare il codice Iuv, inquadrare il QRCode o i codici a barre dell’avviso ricevuto a casa". La novità è stata presentata stamattina negli uffici di Scrp con una discreta dose di entusiasmo: “Primi in Provincia di Cremona e secondi soli a Milano. Per comuni piccoli come il nostro – ha commentato Raffaele Perrino, sindaco di Cremosano – è un grande risultato. Ci rende orgogliosi”. Insieme al sindaco di Ripalta Cremasca Aries Bonazza anche il vicesindaco Adriano Della Noce e l’assessore Roberto Vailati. Per loro e per Consorzio.it parole al miele: “hanno lavorato molto per raggiungere questo risultato”.

 

Il prossimo futuro

A settembre il progetto verrà ampliato, verrà sperimentato il pagamento tramite Pos. Inoltre, il Politecnico di Milano sta realizzando un progetto sperimentale di digitalizzazione della mensa, del servizio di trasporto ed ora anche della Tari. Nel caso avesse effetti positivi verrà illustrato a livello nazionale. Nel corso del 2019 anche altri Comuni del Cremasco potrebbero aderire al pagamento digitalizzato della tassa dei rifiuti. Del resto, nessuno si stupisca: "ormai il futuro è questo. E da qui non si torna certo indietro".

6
Oggi al cinema
Eventi del giorno