10-10-2020 ore 14:20 | confartigianato
di Giovanni Colombi

Confartigianato imprese Crema. Con Cenpi puoi risparmiare su gas ed energia

È notizia recente l’aumento del 15.6% dei prezzi dell’energia e del 11,4% del gas per le piccole imprese le famiglie fornite nella Maggior Tutela. L’autorità di regolazione dei prezzi così ha spiegato l’incremento: “con il rafforzamento della ripresa delle attività economiche e dei consumi arriva il 'rimbalzo' per i prezzi dell'energia che tornano su livelli vicini a quelli pre-Covid”. In sostanza per chi è fornito dagli operatori “tradizionali”, come Enel Servizio Elettrico, arriva il conto da pagare: nei mesi precedenti c’era stata sì, una riduzione dei prezzi, ma l’impatto sulla spesa annua era stato attutito dalla drastica diminuzione dei consumi (-25% circa nel primo semestre). Nei prossimi mesi invece, aumenteranno sia i consumi, che, purtroppo, i prezzi. Questo è legato alle normali dinamiche del mercato ed è logico che accada così anche nella “Maggior Tutela”, dove i consumatori pagano i prezzi variabili. La “Maggior Tutela” sta per andare in soffitta: si parla ormai dal 1 gennaio 2021 per le piccole imprese e dal 1 gennaio 2022 per le micro imprese e le famiglie. Dopo mille annunci e rimandi, questa sembra davvero la volta buona.

 

Il “libero mercato”

Sul “Mercato Libero” (che si oppone concettualmente alla Maggior Tutela) esistono altre opportunità, dove fornitore e consumatore possono scegliere liberamente di concordare dei prezzi che vadano bene ad entrambe le parti, compresi i famosi prezzi fissi. Con il rischio però che la parte meno esperta possa soccombere: quale utente, infatti, conosce quanto vale oggi un kWh o un metro cubo di gas all’ingrosso? Pertanto il “Mercato Libero” da opportunità può facilmente diventare una “trappola”. A complicare ulteriormente c’è il fattore “volatilità”: quel meccanismo per cui li prezzo di un kWh oggi può essere assai diverso dal prezzo dello stesso domani, con oscillazioni talvolta incomprensibili. La soluzione, è quella di rivolgersi ad un gruppo di acquisto o un Consorzio in quanto l’aggregazione dei consumi consente di acquistare l’energia e il gas con anticipo, approfittando dei momenti favorevoli di mercato. A questo si aggiunge il fattore di scala: più si compra, meno si paga il singolo pezzo.

 

 

Confartigianato e Cenpi: i vantaggi

Per queste ragioni Confartigianato Crema ha aderito, sin dalla sua fondazione, a C.En.P.I, il Consorzio Energia di Confartigianato. C.En.P.I. seleziona i fornitori, ponendoli in concorrenza tra loro, trattando prezzi e condizioni, offrendo loro l’opportunità di aggiudicarsi i consumi di oltre 30.000 clienti. I numeri danno ragione: oltre 6 milioni di euro risparmiati nel 2019 sull’energia elettrica e quasi un milione di euro sul gas metano. Risparmi che hanno confermato il trend degli anni precedenti proseguito anche nel 2020 (diminuzione delle tariffe del 13% per l'energia e del 17% per il gas metano). E le previsioni per il 2021 sono ancora lusinghiere: per i propri clienti C.En.P.I. ha stimato una riduzione delle tariffe di circa il 15%. Lo scopo del Consorzio Confartigianato è uno solo: quello far risparmiare nel tempo le imprese e le famiglie.

 

Tranquillità e sicurezza

Accanto alla ricerca del miglior prezzo e del risparmio, nella logica di C.En.P.I, si aggiunge un elemento quasi unico nel panorama dei diversi Consorzi: la vicinanza alle imprese e alle famiglie. Infatti i “clienti” C.En.P.I. hanno nei funzionari di Confartigianato dei consulenti che forniscono assistenza specializzata sulle bollette. “I nostri “consumatori” – ha spiegato Patrizia Patrini, responsabile C.En.P.I. della Confartigianato Crema – hanno l’opportunità di non rivolgersi ad un call center, ma di consultare direttamente il referente dell’associazione del territorio che ha ricevuto un’apposita formazione per chiarire i dubbi, dare assistenza e risolvere gli eventuali problemi. Cesserà la maggior tutela dello stato, ma la tutela ‘vera, sul campo’, di Confartigianato, continua. Nel panorama di mercato, dove sempre più offerte sono solo on-line e dove non c’è alcuna garanzia che si cerchi l’interesse del cliente C.En.P.I. di Confartigianato si propone come un’alternativa, valida, sicura, testata, che fa risparmiare denaro, ma anche energie preziose che l’imprenditore e la famiglia possono decidere di riversare in altre attività più soddisfacenti”.

 

Per informazioni e preventivi e possibile contattare lo “Sportello C.En.P.I.” presso la sede di Confartigianato Imprese Crema, via IV Novembre n. 121/123 (tel. 0373-87112 Patrizia Patrini).

1502
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno
libera associazione artigiani confartigianato

polocosmesi