10-06-2017 ore 17:30 | Economia - Aziende
di Gianni Carrolli

Chromavis. Entro il 2020 quartier generale a Offanengo: “obiettivo duplicare il fatturato”

Cinquanta mila metri quadrati, dove coniugare sviluppo e sostenibilità: queste le caratteristiche del nuovo quartiere generale di Chromavis, che sorgerà entro il 2020 nel comune di Offanengo. Riunirà tutti gli stabilimenti, i siti produttivi e gli uffici delle tre sedi attualmente dislocate a Vaiano Cremasco, Chieve e Capergnanica in “un vero e proprio Hub dell’innovazione, un laboratorio delle idee dove creatività, ricerca e tecnologie all’avanguardia avranno alle spalle una forte macchina produttiva basata su principi di modularità, flessibilità e alti standard qualitativi”.

 

Gli obiettivi di crescita

La scelta di concentrare ed ampliare la struttura segue l’obiettivo di crescita dell’azienda: “duplicare il fatturato attuale entro il 2020 – spiega l’Ad Fabrizio Buscaini – anno in cui è prevista la fine dei lavori, e il completo trasferimento di tutta la struttura: a crescere quindi non saranno solo i numeri, ma anche le persone, che diventeranno una risorsa fondamentale per il completamento del progetto”. La scelta di Offanengo come sito di destinazione è stata favorita anche dal regolamento sull’attrattività adottato dal Comune; a livello urbanistico, il progetto sarà orientato ad assicurare “una perfetta viabilità nei pressi del futuro stabilimento”.

 

Benefici sul territorio

Il nuovo stabilimento, aggiunge Buscaini, “è pensato secondo i dettami della sostenibilità, dove la natura diverrà la vera protagonista degli ambienti: un luogo piacevole sia per i nostri dipendenti che per i nostri clienti, ma anche pensato secondo i principi dell’Industria 4.0”. Soddisfatto il sindaco di Offanengo, Gianni Rossoni: “i benefici per la comunità locale saranno molti, con possibilità di nuovi posti di lavoro, crescita per i commercianti locali, miglioramento della viabilità, grazie anche a progetti di welfare orientati alla conciliazione lavoro-famiglia dei dipendenti Chromavis sul territorio”.

Versione pdf