10-01-2024 ore 20:06 | Economia - Mercati
di Giovanni Colombi

In crescita il numero di attività commerciali. Bordo: ''Crema città sempre più attrattiva''

L'anno che si è appena concluso ha fatto registare un segno positivo per quanto riguarda il numero di attività commerciali in città. Dopo un assestamento nel periodo post covid dell’anno precedente, quest’anno si registra un dato in controtendenza con la media. A fronte di 120 cessazioni, che comprendono anche i cambi di gestione, rispondono 149 aperture. Di queste 29, 20 sono attività di commercio al dettaglio.

Imprenditori anche dai territori limitrofi
“Nel 2023 – spiega l'assessore al Commercio, Franco Bordo - siamo tornati alla situazione pre Covid. Nel 2021 e parte del 2022, causa pandemia, il bilancio tra chiusure e nuove aperture era stato decisamente negativo. Invece l'anno scorso abbiamo registrato un incremento del 7%, su un totale di 410 attività presenti in città. Nuove aperture che vedono come titolari non solo cremaschi, ma anche lodigiani e bergamaschi”.

 

Crema città attrattiva

“Il quadro economico è in una fase complessivamente positiva. Il numero di eventi proposti in città, per ultimi quelli relativi alla feste natalizie, hanno portato in città un gran numero di persone che direttamente, per quanto riguarda la ristorazione, e indirettamente, per quanto riguarda il commercio al dettaglio, hanno fatto registrare numeri positivi. Quest'anno ripeteremo diverse iniziative mentre altre sono allo studio: tra queste quelle relative a vie di passaggio minore, come via Cavour e via Matteotti, ma anche quelle che possono interessare i quartieri periferici al centro storico e il tradizionale mercato di via Verdi. Sicuramente l'amministrazione comunale non può far sue tutte le iniziative, per questo stiamo cercando una maggiore partecipazione da parte dei commercianti stessi ma anche dalle associazioni di categoria”.

4087