09-06-2019 ore 11:22 | Economia - Mercati
di Giovanni Colombi

Mercato immobiliare in crescita. Monolocali e bilocali i più gettonati a Cremona

Ancora positivo il mercato immobiliare della Lombardia. Nel 2018 le compravendite di abitazioni sono state oltre 123 mila, in aumento del 6,5% rispetto all’anno precedente. Il volume degli scambi in tutta la regione ha raggiunto il 22% circa dell’intero mercato nazionale. La provincia milanese si conferma la prima tra quelle che hanno movimentato maggiormente il mercato, con 48.554 compravendite, di cui il 50% circa nella sola Milano. Al secondo posto la provincia di Brescia con 13.728 scambi; al terzo posto quella di Bergamo con 12.448 transazioni, seguita al quarto con 10.858 scambi dalla provincia di Monza e Brianza .

 

Le performance

Questi i principali dati contenuti all’interno delle “Statistiche Regionali”, pubblicazione dell’Osservatorio del Mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate che analizza l’andamento del mercato immobiliare delle abitazioni nelle regioni, con approfondimenti e focus per ogni Provincia. A livello regionale nel 2018 si è assistito a un incremento generale della percentuale di crescita in tutte le città capoluogo e nelle rispettive province. In particolare la migliore performance del tasso di crescita si è registrata nella provincia di Como con il 10,06%. Buoni anche i valori delle province di Varese (+8,86%), Lodi (+8,70%), Bergamo (+7,72%) e Mantova (+7,58%). Sondrio e la sua provincia rimangono in ultima posizione con un incremento positivo di poco inferiore al 2%.

 

Le quotazioni
La città più cara si conferma Milano, dove i prezzi delle abitazioni hanno avuto un aumento dello 0,79% con una media di 3.796 euro al metro quadro. Seguono Como con 2.339 euro al metro quadro, Monza con 2.225 euro e Brescia che si attesta a 2.030 euro. Tra i capoluoghi meno cari troviamo al primo posto Mantova, dove si arriva alla media di 1.081 euro per metro quadro, mentre Varese si classifica come seconda città con i prezzi percentualmente meno elevati della Lombardia con 1.177 euro.

 

Le dimensioni
Le abitazioni maggiormente scambiate in tutte le province appartengono come ordine di grandezza alle fasce che vanno dai 50 agli 85 metri quadri, con 43.158 transazioni e dagli 85 a 115 metri quadri con 33.995 transazioni. Nei capoluoghi sono i “tagli” da 50 a 85 metri quadri ad essere maggiormente compravenduti. Per quanto riguarda invece le abitazioni più piccole, quelle fino a 50 metri quadri, la percentuale più alta degli scambi è stata rilevata nella città di Cremona, con un aumento del 52,76% rispetto al 2017. La città di Lecco vede invece, con un + 40,83%, l’incremento percentuale più alto delle compravendite riguardanti le abitazioni oltre i 145 metri quadri.

Oggi al cinema