09-05-2018 ore 16:18 | Economia - Associazioni
di Marilisa Cattaneo

Commercio equo e solidale. La Lombardia leader per botteghe, volontari e giro d'affari

La Lombardia leader in Italia nel commercio equo e solidale. Secondo la ricerca, realizzata da Altreconomia, sono 81 le organizzazioni con 139 punti vendita in regione. Fatturati per oltre 16 milioni di euro e una spesa di almeno 60 milioni per i prodotti a sostegno delle comunità locali. La maggior parte delle organizzazioni no profit sono associazioni di volontariato o cooperative, per un totale di oltre 12 mila soci e 2.400 volontari, in prevalenza donne.


Realtà, bisogni e nuovi sostegni
Un successo sostenuto anche da regione Lombardia grazie al riconoscimento e sostegno delle organizzazioni di commercio equo e solidale. La ricerca, come spiegato dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli: “coglie le realtà, i bisogni e i trend evolutivi di questa forma specifica di acquisto. I risultati, molto ricchi e promettenti, saranno discussi rilanciare iniziative che Regione Lombardia proporrà insieme agli stakeholder”.

 

Collaborazione e parità
Una collaborazione nata 50 anni fa con le comunità del Sud del mondo, soprattutto con Asia, Africa e America Latina per promuovere relazioni economiche fondate sulla parità. Il prezzo pagato per i prodotti consente un livello di vita dignitoso alle famiglie di contadini e artigiani e l’importazione dei prodotti è diretta con filiere rispettose dell’ambiente. Il 12 maggio si celebra la giornata nazionale del commercio equo e solidale.

Versione pdf

 La redazione consiglia:

economia - Mercati
Continuano i Martedì della salute in Provincia: questa settimana si è analizzato il tema riguardante I prodotti a km 0 del territorio cremonese ed il commercio etico, in collaborazione...
economia - Fiere
Tanti presenti sotto i chiostri del centro culturale Sant’Agostino per la seconda edizione della fiera del tessile sostenibile Diritto e rovescio oltre l'etichetta organizzata dai gruppi di...