09-02-2021 ore 14:42 | polocosmesi
di Lisa Dansi

Cosmesi, parola d'ordine "innovazione" con l'automazione. Le esperienze di Cb e Idm

Da tempo il settore dell’automazione ha avviato un percorso virtuoso di rinnovamento in un’ottica 4.0. Ma che cosa intendiamo esattamente quando parliamo di industria 4.0? Il termine, coniato nel 2011, indica l’integrazione di nuove tecnologie per migliorare il processo produttivo. La digitalizzazione delle imprese, che porta con sé molteplici vantaggi come la riduzione di alcuni costi intermedi o delle inefficienze, permette di introdurre modelli di produzione personalizzata, un’interazione diretta cliente/consumatore e di disporre di una grande quantità di informazioni e di dati in tempo reale- i cosiddetti “big data”- rendendo così le imprese più capaci di rispondere alle esigenze del mercato e, quindi, più competitive. Non solo. Uno degli elementi costitutivi dell’industria 4.0 è la possibilità di introdurre la manutenzione predittiva negli impianti, con innegabili vantaggi in termini di riduzione del fermo macchina e aumento della produttività. Il mondo dell’automazione industriale, tra i primi a raccogliere le sfide e le opportunità offerte dall’industria 4.0, ha saputo integrare queste tecnologie nei propri prodotti e diventare esso stesso vettore di innovazione per i propri clienti.

 

CB Automation, pioniera nella sostenibilità e nell'innovazione

Fin dalla sua nascita CB Automation è stata fortemente orientata all’innovazione, assicurando così grande flessibilità e qualità del servizio. Da sempre orientata all’automazione e all’informatizzazione, l’azienda ha colto subito le opportunità offerte dall’industria 4.0. “Il futuro è un processo in continuo divenire, fatto di nuove sfide e nuovi traguardi. Per il settore dell’automazione industriale, la prossima sfida è rappresentata dall’innovazione tecnologica, quella che viene definita industria 4.0 e che porta con sé la digitalizzazione dei processi”, racconta l’ingegnere Franco Chiozzi, general manager CB Automation. “Negli ultimi anni abbiamo investito molto sull’infrastruttura IT e sulle tecnologie di tele-assistenza. Investimenti che si sono rivelati premianti e che oggi ci permettono di interagire da remoto con le nostre macchine in ogni parte del mondo e in ogni momento e che ci consentono di offrire ai nostri clienti una serie di servizi all’avanguardia: assistenza tecnica e risoluzione di problemi, formazione del personale tecnico, validazione, aggiornamenti o modifiche dell’impianto”.

 

IDM Automation, flessibilità per competere sul mercato

Anche per IDM Automation, l’innovazione tecnologica unita alle flessibilità sono indispensabili per distinguersi sul mercato. Per competere sul panorama internazionale occorre innovare costantemente, potenziando la manutenzione predittiva e le tecnologie di assistenza remota perché: “Obiettivo dell’automazione è quello di introdurre nuove tecnologie per ridurre la necessità dell’intervento umano per eseguire operazioni ripetitive, complesse, in sicurezza e con estrema precisione, ma con ricadute positive anche sull’organizzazione del lavoro, sulla mentalità dei lavoratori e sulla cultura aziendale - spiega Ivan Riboni, Ceo di IDM Automation - Innovare significa anche aumentare le performance, ridurre i costi di produzione e dare la giusta rilevanza alla salubrità e all’ergonomia delle postazioni di lavoro. Per farlo sono necessari importanti investimenti, ma soprattutto è fondamentale instaurare forti partnership fra chi sviluppa tecnologia, chi la implementa negli impianti e chi la utilizza in produzione. In IDM Automation portiamo avanti da anni questa filosofia con partner e con clienti. Sono convinto che sia la strada vincente”.

587
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato