09-02-2019 ore 10:04 | Economia - Fiere
di Giovanni Colombi

La Libera artigiani alla fiera di sant'Apollonia. Domenica l'inaugurazione della nuova sede

Domani, domenica 10 febbraio, e lunedì 11 la Libera artigiani di Crema non solo sarà presente con un proprio stand a Rivolta d’Adda, nella tensostruttura dell’area di via Masaccio, alla Fiera di Sant’Apollonia per incontrare i suoi numerosi associati che hanno la loro officina, bottega o negozio in questo paese e nei centri vicini. E per informare gli artigiani cremaschi in genere e i liberi professionisti dei servizi di qualità offerti dall’associazione a costi competitivi. Come spiega il presidente Marco Bressanelli, “essere presenti alle fiere locali è importante per la nostra associazione perché queste manifestazioni possono trasformarsi nell’opportunità di entrare in contatto con nuovi potenziali associati”.

 

L'inaugurazione della nuova sede

Ma non è finita. La Libera artigiani sarà presente a Rivolta d’Adda perché - domenica 10 febbraio, alle ore 11,30 - inaugurerà la sua nuova e moderna sede in via Dante Alighieri 4, dopo aver traslocato dalla struttura di via Cesare Battisti. Per l’associazione saranno presenti il presidente Marco Bressanelli, il direttore/segretario Renato Marangoni, i membri del Consiglio direttivo, i membri del Gruppo Giovani capitanati dal presidente Fabrizio Facciocchi, e gli artigiani associati presenti in fiera. Tra gli ospiti istituzionali, hanno già confermato la loro presenza Elisabetta Nava, vice sindaco del Comune di Rivolta d’Adda, e il deputato della Lega, Claudia Gobbato.

 

Punto di riferimento per gli artigiani del territorio

“Sempre dalla tua parte”, non è solo lo slogan coniato dalla Libera artigiani per significare che l’associazione è sempre a fianco dell’associato per ogni sua esigenza. È quello che realmente succede ogni giorno anche negli uffici di Rivolta d’Adda che sono aperti il lunedì, il mercoledì e il venerdì di ogni settimana, sono dotati di una reception - con la presenza di Manica Bonazzoli, addetta di grande esperienza - e di uno spazio riservato nel quale un funzionario o un consulente sono a disposizione degli artigiani su appuntamento. Sempre in quest’ufficio, gli associati possono consegnare la documentazione per qualsiasi loro esigenza, ritirare gli atti richiesti, ed esporre esigenze specifiche che l’associazione è in grado di risolvere avendo il personale adeguato e preparato. Una grande comodità per gli artigiani di questa zona del Cremasco che solo in caso di necessità devono recarsi nella sede di Crema.

 

Presenza strategica

Rivolta d’Adda, insieme a Pandino, è una sede strategica per la Libera artigiani di Crema essendo diventati questi due uffici il punto di riferimento di 200 aziende circa del territorio. Un successo. Non bisogna, infatti, dimenticare che i comuni a più alta densità imprenditoriale del Cremasco sono quelli di Crema, seguiti da Castelleone, e Soncino, ma subito dopo si piazzano Pandino e Rivolta d’Adda davanti a Offanengo e Spino d’Adda.

Oggi al cinema