08-08-2020 ore 14:05 | confartigianato
di Giovanni Colombi

Confartigianato imprese Crema. Contributo acquisto autoveicoli con il Decreto Rilancio

Tra le agevolazioni introdotte dal “Decreto Rilancio” è previsto un contributo alle persone fisiche e giuridiche che acquistano, anche in leasing, in Italia entro il 31 dicembre 2020 un veicolo nuovo di fabbrica per il trasporto persone aventi al massimo otto posti a sedere oltre al conducente (categoria M1).

 

I requisiti

I veicoli beneficiari dell’incentivo devono rispondere ai seguenti requisiti:

- emissioni di anidride carbonica (CO2) comprese tra 0 e 60 g/km (veicoli elettrici-ibridi) e aventi un prezzo inferiore a € 50.000 (Iva esclusa);

emissioni di anidride carbonica (CO2) comprese tra 61 e 110 g/km omologato in classe non inferiore a Euro 6 di ultima generazione e avente un prezzo risultante dal listino ufficiale della casa produttrice inferiore a € 40.000 (Iva esclusa).

 

Rottamazione

Per l’acquisto con contestuale rottamazione di altro veicolo che superi i 10 anni di anzianità dalla data di immatricolazione, il contributo varia da € 1.500 a € 2.000 in base al numero di grammi di anidride carbonica emessi ed è riconosciuto a condizione che il venditore pratichi a sua volta uno sconto pari ad almeno € 2.000. In assenza di veicolo da rottamare, il contributo varia da € 750 a € 1.000 sempre parametrato alla quantità di anidride carbonica emessa e a condizione che il venditore applichi uno sconto pari ad almeno € 1.000. I contributi introdotti dal “Decreto Rilancio” sono cumulabili con quelli già previsti dalla Legge Finanziaria 2019 (ecobonus per veicoli ibridi ed elettrici) per l’acquisto e l’ immatricolazione in Italia entro il 31 dicembre 2021 di veicoli di categoria M/1 nuovo con prezzo inferiore a € 50.000 (Iva esclusa). Detti finanziamenti sono quantificati in € 6.000 (con rottamazione) e € 4.000 (senza rottamazione) per autoveicoli con emissioni da 0 a 20 g/km di anidride carbonica oppure in € 2.500 (con rottamazione) e € 1.500 (senza rottamazione) per veicoli con emissioni da 21 a 70 g/km di anidride carbonica.

 

 

Agevolazioni fiscali

Oltre ai contributi sull’acquisto, il “Decreto Rilancio” prevede agevolazioni fiscali anche sul trasferimento di proprietà dei veicoli. Sempre entro il 31 dicembre 2020 le persone fisiche che rottamano un veicolo usato nelle classi da Euro 0 a Euro 3 con contestuale acquisto di un altro veicolo usato di classe non inferiore a Euro 6 o con emissioni di anidride carbonica fino a 60 g/km sono tenute al pagamento del 60% degli oneri fiscali sul trasferimento di proprietà del veicolo acquistato.

 

Rottamazione di un secondo veicolo

Un ulteriore incentivo di € 750 è riconosciuto a color che, acquistando un veicolo con emissioni tra 0 e 110 g/km, rottamano un secondo veicolo, intestato da almeno 12 mesi al soggetto utilizzatore del mezzo o ad un familiare. Il beneficiario può sommare i 750 euro all’incentivo già attribuito al primo veicolo rottamato, o in alternativa utilizzare detta somma quale credito d’imposta da utilizzare entro 3 anni per l’acquisto di monopattini elettrici, biciclette elettriche o muscolari, abbonamenti al trasporto pubblico e/o servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile. Alla luce delle numerose richieste di utilizzo degli incentivi già pervenute in questi primi giorni, il Governo starebbe valutando di incrementare con il “Decreto Agosto” lo stanziamento a disposizione, così come, in base alle richieste avanzate dalle Associazioni di Categoria tra cui Confartigianato Imprese, di prevede analoghi incentivi anche per l’acquisito di automezzi commerciali leggeri nuovi.

1484
speciale coronavirus la situazione del coronavirus in italia la situazione del coronavirus nel cremasco
Oggi al cinema
Eventi del giorno

SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI


polocosmesi confartigianato