08-03-2023 ore 17:14 | Economia - Sindacati
di Ilaria Bosi

L'80 per cento delle dimissioni sono di donne: apre lo sportello anti discriminazioni di genere

Uno sportello antidiscriminazioni di genere, orientamento sessuale e identità di genere, per tutelare i lavoratori nei luoghi di lavoro. L’iniziativa è della Cgil di Cremona e Collettive 365. “La decisione di aprire lo Sportello – spiegano Elena Curci, Maria Teresa Perin e Kendra Barbotta - nasce dal fatto che molte donne (e uomini) subiscono ancora discriminazioni, molestie o violenze di genere sul lavoro e spesso non sanno come risolvere tali situazioni senza rinunciare al lavoro. Le dimissioni per queste ragioni sono troppo frequenti e raramente vengono denunciate e motivate”.

 

Dimissioni

“Nel 2021, in Italia, quasi il 79% delle dimissioni sono di donne, di cui ben l’87,5% sono lavoratrici madri: dato estremamente significativo che mette in luce quanto il problema delle discriminazioni sia concreto e necessiti di essere affrontato con tutte le forze e a tutti i livelli. Purtroppo non disponiamo ancora di un dato recente su scala provinciale, ma siamo consapevoli di quanto anche il nostro territorio non sia estraneo al fenomeno. A tal proposito, abbiamo proposto un protocollo d’intesa alla consigliera provinciale di parità, uno strumento che siamo sicuri sarà presto attivato e che rappresenterà un ulteriore mezzo per contrastare le discriminazioni di genere”.

 

Contatti

Con lo sportello antidiscriminazioni si intende “offrire alle persone (iscritte alla Cgil e non) accoglienza, ascolto, orientamento, supporto e sostegno contro ogni discriminazione di genere, comportamenti ostativi al rispetto delle pari opportunità e contro ogni forma di violenza e molestia nel luogo di lavoro”. Aperto ogni martedì dalle 14 alle 17:30 alla Cgil di Cremona, in via Mantova 25 (inviare email a [email protected], o chiamare i numeri 0372 448600 o 0372 448601).

1514