07-06-2024 ore 08:27 | Economia - Mercati
di Angelo Piccolo

Comunità energetiche rinnovabili: un webinar aperto a tutti per scoprirne le opportunità

La Camera di commercio di Cremona, in collaborazione con il Consorzio informatica territorio e le diocesi di Cremona e Crema organizzerà, mercoledì 12 giugno dalle ore 18 alle ore 20, un webinar gratuito sul tema delle comunità energetiche rinnovabili (Cer). Le Cer consentono a imprese, pubbliche amministrazioni e privati cittadini di condividere energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, sono entità giuridiche costituite da membri come cittadini privati, aziende, enti pubblici locali che si uniscono volontariamente all'interno di un'area geografica specifica per condividere l'energia prodotta localmente da uno o più impianti di energia rinnovabile.

 

Il programma

Tra i relatori interverranno Cristian Papa di Consorzio.it e Eugenio Bignardi per la diocesi di Cremona. Il programma del webinar prevederà un inquadramento sugli elementi costitutivi e peculiari delle Cer, l’analisi del quadro normativo e regolatorio e la presentazione delle progettualità in corso promosse da Consorzio.it e dalla diocesi, con l’illustrazione del corso executive per manager di Cer, presso l’Università cattolica di Cremona. Il link di accesso al webinair sarà inviato via mail successivamente all’iscrizione compilata nell’apposito form online.

 

Lo strumento delle Cer

Lo strumento delle comunità energetiche offre interessanti opportunità per le imprese quali tariffe incentivanti, contributi e può avere un forte impatto sul territorio con ricadute positive in ambito ambientale e sociale. In particolare, a partire dall’8 aprile sono state aperte le piattaforme per presentare le domande di ammissione agli incentivi previsti dal Pnrr, che comprendono anche contributi in conto capitale fino al 40 per cento per impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili e inseriti in configurazioni di comunità energetiche rinnovabili, ubicati in comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti. 

1439