06-06-2022 ore 11:31 | Economia - Cremasco
di Denise Nosotti

Imprese storiche, contributi regionali a nove realtà cremasche: bar, ristoranti e negozi

È stata resa pubblica la graduatoria relativa al bando per le imprese storiche 2022. In provincia di Cremona sono 33 gli esercizi commerciali e quattro le aziende artigiane che hanno ottenuto i contributi per un valore complessivo di 514 mila euro. Nello specifico, per il Cremasco, hanno aderito e ottenuto un finanziamento pari o inferiore a quello richiesto nove imprese. Tra queste, la ‘Silva Arredamenti’ di Giovanni Silva di Pandino è stata ammessa con 15.671 euro. Poi la ‘Trattoria Rosetta’ di Rosa Parati a Passarera di Capergnanica per la quale sono stati ammessi 30 mila euro di contributi regionali nel bando ‘imprese storiche per il futuro’. Nel settore della ristorazione compare anche il ‘Via vai’ di Stefano Fagioli a Bolzone (frazione di Ripalta Cremasca) che ha ottenuto un finanziamento di 16.750 euro.

 

A Bandirali il contributo più alto

Tra i negozi di elettronica ed elettrodomestici compare l’M.B.M. di Boni Giorgio, Marco & C sas di Soresina con un contributo di 6.973 euro, mentre per i locali adibiti a sala bar c’è il ‘bar Mariani sic di Mariani G. & C. Di Pandino sulla via Umberto I. Ha ricevuto un contributo ammissibile in 5.925 euro. Nel settore abbigliamento 3.400 euro sono stati destinati al negozio di abbigliamento di Bonizzi Germano di Castelleone. ‘La Ma.Gi.Ca.’ di Rognoni Valerio e C. Di Offanengo ha ottenuto 3.900 euro di finanziamento. Il contributo maggiore, 28.844,50 euro è stato assegnato a Bandirali srl di Crema Tra i beneficiari, nell’ambito degli alimentari c’è la macelleria ‘Contini Leonardo & C’ di Contini Leonardo Atreo Gaetano che è stato ammesso per 7.875 euro.

 

Imprese artigiane

Quelle sopra citate sono le imprese commerciali ammesse al contributo regionale destinato ai negozi storici verso il futuro. C’è anche un altro ambito, quello dell’artigianato, in cui la provincia di Cremona è presente con sole quattro attività e tutte risiedenti a Cremona, nel Cremonese o nel casalasco. Sono: l’azienda artigiana di vetri e cornici ‘Fava Filiberto’ di Ranieri Pasquale Alberto; la ‘Badioni Andrea & C. Sas’ di Casalbuttano che produce pane e prodotti da forno; la pasticceria Athena di Beati Tobia di Cremona e la ferramenta Daina di Manfredi Paolo di san Giovanni in Croce.

2955