06-05-2024 ore 17:12 | polocosmesi
di Giovanni Colombi

Polo della Cosmesi. Dopo la K-Beauty spopola la K-Perfume, il mondo delle fragranze coreane

Nel vasto panorama del mercato della bellezza, la Corea del Sud si è guadagnata una reputazione distintiva grazie alla sua innovativa industria cosmetica, meglio conosciuta come K-Beauty. Negli ultimi anni, c'è stato un intrigante spostamento di focus verso un settore altrettanto affascinante e creativo come quello della profumeria.


"Nuovi imprenditori coreani stanno trasformando l'idea tradizionale di profumo - spiega Roberto Pasquale Dario, creatore di profumi e consulente di profumeria - introducendo nuove caratteristiche, ispirazioni e ingredienti unici che stanno conquistando l'attenzione degli amanti delle fragranze".

 

Come per il K-Beauty, le caratteristiche della profumeria coreana (che qualcuno ha già battezzato K-Perfume), risiede nella sua capacità di mescolare sapientemente tradizione e innovazione. "Le fragranze coreane si distinguono per la loro freschezza e leggerezza, evocando sensazioni di purezza e vitalità. Allo stesso tempo, queste fragranze sono spesso caratterizzate da una complessità aromatica che racconta storie esotiche e affascinanti.


Una caratteristica importante di questo nuovo trend è l’attenzione ai dettagli nella presentazione del prodotto: i packaging sono spesso eleganti e minimalisti, riflettendo l'estetica pulita e moderna che è diventata sinonimo della cultura pop coreana.  Inoltre, molti marchi coreani abbracciano l'approccio "clean beauty", utilizzando ingredienti naturali e sostenibili per creare fragranze che rispettino
sia il consumatore che l'ambiente".

 

Le ispirazioni dietro le fragranze coreane spesso derivano sia dalla natura lussureggiante e variegata presente in Corea del Sud sia dalla ricca storia e cultura del paese: dai paesaggi mozzafiato delle montagne, ai giardini lussureggianti fino alle delicate fioriture primaverili tanto celebrate nella cultura coreana.


"Gli ingredienti chiave che caratterizzano le fragranze coreane includono una vasta gamma di fiori e piante locali, come il gelsomino coreano, la magnolia, il loto e il ginseng. Tuttavia, ciò che distingue veramente la K-Perfume è l'uso innovativo di ingredienti insoliti e unici che aggiungono un tocco distintivo alle fragranze come note di tè verde, riso, kimchi (l’iconico piatto coreano a base di verdure fermentate dai sentori pungenti e piccanti) e ginseng rosso coreano, creando profumi che sono veri e propri viaggi sensoriali attraverso la cultura e la tradizione del paese".

 

Mentre si inizia ad affermare questa K-Perfume, è interessante immaginare quali potrebbero essere dei probabili sviluppi di questo trend.

 

Innovazione Tecnologica
La Corea del Sud è nota per essere in prima linea nell'innovazione tecnologica cosmetica e questo si può riflettere anche nell'industria della profumeria con l’utilizzo tecniche avanzate di estrazione e produzione delle essenze per catturare e preservare gli aromi in modo ancora più efficace.


Fusione di Profumeria e Skincare
Considerando il successo della K-Beauty, potremmo vedere una maggiore fusione tra profumeria e skincare. Fragranze arricchite con ingredienti skincare come acidi ialuronici, vitamine e estratti vegetali potrebbero diventare sempre più popolari, offrendo non solo un piacevole profumo ma anche benefici per la pelle.


Sostenibilità e Green Beauty
Data l'attenzione crescente verso la sostenibilità e l'ecologia, è probabile che i marchi coreani investiranno in pratiche sempre più eco-friendly, con fragranze "green" che utilizzano ingredienti prodotti da biotecnologie e proposte in confezioni sempre più riciclabili, rispettando sia il consumatore che l'ambiente.


"Con la sua combinazione unica di tradizione, creatività, innovazione e un tocco di "Korean cool" - conclude Dario - la K-Perfume sta rapidamente diventando una scelta ambita tra gli amanti della profumeria di tutto il mondo".

2500