05-11-2018 ore 15:02 | Economia - Sindacati
di Ilaria Bosi

Crema. Diritto al pasto dei dipendenti Asst, per la Usb ‘la lotta non si è ancora conclusa’

Il tema è sempre “il diritto al pasto di tutti i lavoratori e le lavoratrici dell’Asst di Crema”. Durante l’assemblea dello scorso 31 ottobre, l’Unione sindacale di base – unica a mantenere lo stato di agitazione - ha chiesto più volte alla Rsu e alle organizzazioni sindacali coinvolte “di sostenere con iniziative concrete l’obbiettivo, cosa che alla fine non si è concretizzata. Per noi – spiega la Usb - la lotta non si è ancora conclusa, anzi, riteniamo inaccettabile e offensiva la proposta avanzata dalla direzione della Asst, di voler indire un referendum aziendale per chiedere ai lavoratori un qualcosa che è previsto da contratto e cioè il diritto al pasto”.

 

Contratto integrativo

“La direzione dell’azienda ospedaliera dovrebbe fare quanto le compete, visto che nei rapporti con i lavoratori sui diritti contrattuali la competenza è e rimane esclusiva della Rsu e delle organizzazioni sindacali”. L’Usb rende noto di voler intraprendere “il confronto per la discussione del nuovo Contratto collettivo integrativo aziendale e gli articoli del contratto nazionale che prevedono la sottoscrizione di un accordo sindacale, continuando a sostenere l’azione sindacale”.

 La redazione consiglia:

economia - Sindacati
"Solo un dipendente su tre usufruisce del servizio mensa dell'ospedale, ma chi non riesce ad accedere perde il diritto al pasto". L'Unione sindacale di base prende posizione sulla...
economia - Crema
La realizzazione di una mensa interna all’ospedale potrebbe risolvere la vertenza tra Asst Crema e sindacati dei dipendenti (qui il dettaglio). È quanto emerso dall'incontro di...
politica - Crema
Il Movimento 5 stelle cremasco torna sulla vicenda dei buoni pasto dell’Asst di Crema, annunciando di aver “già pronta un’interrogazione regionale affinché venga...
Oggi al cinema